Cerca nel blog

venerdì 10 novembre 2017

Società. Gli italiani trascorrono meno di una giornata a settimana insieme ai propri cari

22,5 le ore spese (in media) in famiglia dagli italiani ogni settimana

La metà degli intervistati (48%) non ha abbastanza tempo libero per poter fare con i propri cari tutto ciò che desidera

Per il 41%, l'ostacolo sembrano essere le questioni economiche

Per il 25%, l'impedimento a stare con la famiglia è la stanchezza 

QUANTO TEMPO TRASCORRIAMO INSIEME ALLA NOSTRA FAMIGLIA?

Secondo una ricerca di David Lloyd Clubsin media gli italiani trascorrono meno di una giornata a settimana insieme ai propri cari: il 48% vorrebbe più tempo

Milano, 10 novembre 2017  In media, le ore spese in famiglia dagli italiani ogni settimana non superano le 22,5 ore. Quasi la metà degli intervistati (48%), infatti, sostiene di non avere abbastanza tempo libero per poter fare tutto ciò che desidererebbementre per il 41%, l'ostacolo sembrano essere le questioni economiche e per il 25% la stanchezza.  
Questo è quanto emerge da una ricerca condotta da David Lloyd Clubs, il gruppo leader europeo in ambito fitness che ha appena aperto il primo club in Italia, e commissionata all'istituto One Poll per indagare come gli italiani trascorrono il tempo libero in famiglia.
Potendo scegliere, quasi la metà vorrebbe visitare luoghi nuovi, il 40% si cimenterebbe volentieri in attività ricreative, mentre il 22% sceglierebbe un club sportivo in grado di offrire intrattenimenti per grandi e piccini.
Ma nella realtà, come trascorrono gli italiani il proprio tempo in famiglia? Il 29% resta a casa, organizzando attività sempre nuove che coinvolgano tutti i membri, il 28% si piazza davanti alla TV, il 14% segue le iniziative organizzate mentre il 10% si rifugia nei centri commerciali.
Secondo il 65% dei genitori, i propri figli sono contenti del tempo trascorso con mamma e papà anche perché si decide tutti insieme il da farsi, mentre il 16% vorrebbe avere più tempo.
Si dice che i genitori rinuncerebbero a tutto per i propri figli. Ma a cosa sono disposti a rinunciare per avere più tempo libero per loro? Il 46% farebbe a meno delle faccende di casa, il 42% di straordinari o incarichi lavorativi importanti lontani da casa, il 36% del divertimento con gli amici e solo un 19% rinuncerebbe allo sport
Lo sport sembra oggi ricoprire un aspetto molto importante all'interno delle famiglie, con un 38% che lo ritiene fondamentale per tutti i membri, il 51% dichiara che vorrebbe farne di più di quello che già fa, e solo per il 10% il movimento è assolutamente irrilevante. Il 51% indirizza i propri figli nella scelta dello sport da praticare tenendo conto delle loro preferenze, mentre per il 39% sono i più piccoli a fare autonomamente le proprie scelte
"E' stato molto interessante indagare su come gli italiani trascorrano il proprio tempo in famiglia", ha dichiarato Marco Tonarelli, General Manager di David Lloyd Malaspina. "Non possiamo nascondere la nostra soddisfazione nel vedere come lo sport sia diventato parte integrante delle agende famigliari e della vita di tutti, grandi e piccini, tanto che il 28% dei genitori si allena abitualmente insieme ai propri figli. Il nostro club ha come obiettivo proprio quello di favorire questi momenti di condivisione, in uno spazio in grado di offrire il giusto intrattenimento per ogni età".




A proposito di David Lloyd Leisure Group
David Lloyd Leisure Group conta 111 club - 98 club nel Regno Unito e altri 13 club in tutta Europa - e comprende i due brand "David Lloyd Clubs" e "Harbor Clubs".
Il 1 ° giugno 2017 DDL ha acquisito 14 club britannici da Virgin Active e ha aperto il suo terzo Harbour Club a Kensington, dopo un investimento e riqualificazione di 5,5 milioni di sterline

DDL ha circa 570.000 iscritti e uno staff di 8100 persone. Conta un team di esperti di fitness pari a 2000 persone e si avvale di oltre 680 istruttori di tennis professionisti.
Nei club David Lloyd Leisure sono presenti oltre 180 piscine (di cui la metà coperte) e vengono offerte oltre 13.000 lezioni di allenamento ogni settimana.

Ogni settimana oltre 25.000 bambini imparano a nuotare presso le strutture David Lloyd Leisure, e 16.000 a giocare grazie al programma All Stars Coaching.
Le strutture dei club David Lloyd Club sono ineguagliabili con oltre 1000 campi da tennis e 400 campi da badminton e squash, saloni di bellezza e spa, aree lounge con accesso gratuito a Internet, e negozi di sport specializzati.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email