Cerca nel blog

mercoledì 8 novembre 2017

Liberalizzazione dei mercati dell'energia. AIGET con Michele Governatori alla guida di EER, l’associazione europea dei venditori indipendenti di energia. - CorrieredelWeb.it

Primo obiettivo: rafforzare la concorrenza nei mercati energetici e condizioni di mercato eque per i nuovi operatori che offrono soluzioni tecnologiche e servizi.

Milano, 8 novembre 2017 – AIGET – Associazione Italiana di Grossisti di Energia e Trader – è tra i soci fondatori di European Energy Retailers (EER), insieme ad ACIE (Spagna), AFIEG (Francia), BNE (Germania) ed Oberoende Elhandlare (Svezia). 

La nuova associazione dei venditori indipendenti di energia appena presentata presso il Parlamento Europeo si propone di difendere gli interessi del mercato e della concorrenza nell’energia a livello comunitario a vantaggio dei clienti e dell’innovazione tecnologica.

Ieri 7 novembre durante la conferenza SHAPING THE FUTURE OF THE ENERGY MARKET a Bruxelles è stato nominato presidente di EER Michele Governatori, rappresentante (e già Presidente) AIGET alla presenza, tra gli altri, di Anna Colucci, Capo Unità DG Energia della Commissione Europea, di Patricia de Suzzoni, Responsabile Customers & Retail Markets Working Group del Consiglio Europeo dei Regolatori dell’Energia e di Guido Bortoni presidente dell’Autorità italiana dell’energia.

Un segno di autorevolezza e leadership dell’industria italiana indipendente dell’energia nel dibattito presso le istituzioni europee, in una fase in cui il completamento del mercato unico è fondamentale per fornire il massimo dei vantaggi ai clienti, come afferma il neo presidente EER Michele Governatori: “Finora è mancata una voce forte che esprimesse le esigenze dei rivenditori indipendenti di energia a livello europeo. Dobbiamo rafforzare la concorrenza nei mercati dell'energia europei e raggiungere condizioni di mercato eque per i nuovi operatori che offrono soluzioni energetiche e di servizi. Venti anni dopo la liberalizzazione i risultati positivi non mancano, soprattutto nei mercati all’ingrosso, ma ci sono anche alcuni punti critici ricorrenti, come la mancanza di un'effettiva separazione e armonizzazione delle regole di mercato. Auspichiamo la crescita del nostro network e per questo vogliamo promuovere e chiediamo soluzioni che siano competitive e trasparenti”.

Pilastro essenziale per la realizzazione di un sistema energetico efficiente in Europa è la piena liberalizzazione dei mercati dell'energia e EER ha tracciato dei principi chiave per ottenere questo obiettivo. 

Innanzitutto occorre una reale concorrenza a livello nazionale ed europeo e in questo senso l’associazione pone l’accento sull’unbundling(per evitare che i monopoli estendano la propria influenza fino a frenare la concorrenza nei settori competitivi), sulla liquidità del mercato (essenziale per favorire trasparenza e l’hedging) e sull’accesso di generazione, storage e domanda in particolare ai servizi di bilanciamento sulla base delle effettive prestazioni fornite. 

Dovrebbero poi essere eliminate dalle bollette tutte le componenti non legate all’energia. 

Tenendo sempre presenti principi generali quali: rispetto degli obiettivi di decarbonizzazione, completamento dell’integrazione dei mercati europei, remunerazione delle reti con soluzioni più efficienti.

AIGET ha avviato un anno fa circa il disegno di creare un’associazione europea per svolgere il proprio compito istituzionale anche a Bruxelles”, conclude il Presidente AIGET Massimo Bello, “Siamo enormemente soddisfatti di aver promosso quest’iniziativa facendole muovere i primi passi e portando un nostro candidato alla presidenza. La liberalizzazione dell’energia è un percorso complesso, ci occorre sostegno anche dall’Europa”.

Image

AIGET - associazione italiana di grossisti di energia e trader - è l’associazione che raggruppa i fornitori di energia e gas nuovi entranti nel mercato italiano, attiva da circa 15 anni e con sede a Milano. 

Si tratta di circa 60 aziende di diversa dimensione, nazionali ed estere, che puntano a rappresentare un’alternativa ai fornitori tradizionali per i clienti finali. 




Questa informazione è diffusa da www.CorrieredelWeb.it e ogni diritto è riservato. ©

All rights reserved. Copyright www.CorrieredelWeb.it ©

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email