Cerca nel blog

mercoledì 22 giugno 2016

Expert System pubblica i risultati di un'analisi social sulla "Brexit": il 64,75% dei tweet dice "sì" all'uscita dall'Europa

Expert System, in collaborazione con l'Università di Aberdeen, ha analizzato più di 55.000 tweet postati online dagli utenti in UK per scoprire i principali trend e gli argomenti più discussi sull'imminente referendum sull'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea. 


Modena, 22 giugno 2016

Expert System, società leader nello sviluppo di software semantici per la gestione strategica delle informazioni e dei big data, quotata sul mercato AIM di Borsa Italiana,  ha svolto un'analisi in collaborazione con l'Università di Aberdeen (Scozia) per identificare i principali argomenti discussi via Twitter dagli utenti online sulla Brexit, l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea che potrebbe essere sancita dal referendum in programma domani, giovedì 23 giugno 2016. 

Il progetto, che è stato incentrato sull'utilizzo della tecnologia cognitiva Cogito per l'analisi dei contenuti, ha riguardato oltre 55.000 tweet postati online dagli utenti in Scozia, Inghilterra, Galles e Irlanda fra il 7 e il 15 giugno e nel periodo immediatamente antecedente alle votazioni (un campione di 5.000 tweet postati online dagli utenti fra il 20 e il 21 giugno).

L'analisi sviluppata da Expert System e dall'University of Aberdeen offre un interessante spaccato sulle intenzione degli elettori: il 64,75% dei tweet analizzati, relativi a utenti di Twitter della Gran Bretagna, evidenzia la propensione all'uscita dall'Unione Europea

La percentuale dei "Sì" alla Brexit è particolarmente elevata fra gli utenti di Twitter in Inghilterra (69% durante il periodo fra il 7 e il 15 giugno; 77% tra il 20 e il 21 giugno) e Scozia (67% nel corso del primo periodo di analisi; 58% nel secondo periodo). 

Anche i tweet relativi agli utenti dell'Irlanda del Nord e del Galles mostrano una generale tendenza all'uscita dall'Unione Europea, in particolare nel corso dell'ultima rilevazione del 20-21 giugno (65% vs 60% i tweet legati all'Irlanda del Nord; 77% vs 60% quelli relativi agli utenti in Galles). 

La differenza fra questi risultati e gli ultimi sondaggi in UK, che evidenziano un divario meno netto fra il "sì" e il "no", è legato anche al fatto che i sostenitori del referendum sono più attivi in Twitter e, rispetto agli elettori favorevoli a rimanere nell'Unione o ancora indecisi, partecipano più animatamente alla discussione.
Per quanto riguarda i temi più discussi, il lavoro è a primo posto in tutti e quattro i paesi della Gran Bretagna (16,26% dei tweet analizzati), seguito da immigrazione (14,87%) e problemi di Governo (14,63%). 

Tasse (3,72%), pensioni (2,46%) e sicurezza (1,99%) mostrano invece di aver giocato un ruolo marginale nel dibattito, così come il tema dell'inflazione (0,05%), praticamente inesistente.

L'analisi evidenzia poi particolari picchi di discussione, prevalentemente legati all'influenza svolta dai media in determinati contensti, come sul fronte della salute in Inghilterra (NHS, National Health System,  12,80%), o sul tema del lavoro (20,30%) e del Governo (19,03%) in Scozia. 

Gli utenti di Twitter dell'Irlanda del Nord, infine, sono invece gli unici ad aver discusso di confini (22%) così come i gallesi sono gli unici ad aver mostrato un discreto interesse nei confronti del tema della moneta (20,21%).

Il report completo sull'analisi "Brexit" è disponibile qui (lingua inglese) qui. 



Expert System, quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, è leader nel settore del Cognitive Computing e Text Analytics. Attraverso la tecnologia proprietaria Cogito, basata sull'analisi semantica, Expert System innova il modo con cui le aziende elaborano le informazioni, offrendo il proprio tool di intelligenza artificiale per comprendere il significato di grandi quantità di documenti, e ricavare conoscenza strategica dai big data per accrescere il proprio vantaggio competitivo e migliorare i processi decisionali. 

Fra i principali clienti del Gruppo, che ha sedi in Italia, Francia, Spagna, Germania, UK, USA e Canada: Shell, Chevron, Gruppo Eni, Telecom Italia, Intesa Sanpaolo, Il Sole 24 ORE, Ely Lilly, BAnQ, Biogen, Bloomberg BNA, Elsevier, Gannett, IMF, RSNA, Sanofi, SOQUIJ, The McGraw-Hill Companies, Thomson Reuters, Wiley, Wolters Kluwer, Networked Insights, Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti e Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email