Cerca nel sito

lunedì 18 luglio 2016

Cnr: Una macchina per generare lo zoo di Schrödinger

Dimostrato a Firenze, nei laboratori dell'Ino-Cnr, l'analogo ottico di una 'macchina di Schrödinger' che non si limita a produrre sovrapposizioni di gatti vivi e morti, ma è in grado di trasformare qualsiasi sistema fisico al suo ingresso in una sovrapposizione di stati tra loro incompatibili. 
La ricerca, pubblicata su Physical Review Letters, apre nuovi scenari nello sviluppo di tecnologie basate sui principi della meccanica quantistica

Le vicende del gatto di Schrödinger che, chiuso in una scatola isolata dal resto del mondo, può essere contemporaneamente sia vivo che morto finché non lo si osserva, hanno da sempre affascinato i fisici e stimolato la curiosità del grande pubblico verso gli apparenti paradossi della meccanica quantistica, la più avanzata teoria sul funzionamento del mondo microscopico.
Negli ultimi anni, raffinatissimi esperimenti realizzati in varie parti del mondo hanno dimostrato la correttezza delle previsioni quantistiche, riuscendo a produrre situazioni analoghe a quella del gatto di Schrödinger per sistemi fisici di vario tipo, siano essi debolissimi impulsi di luce, gruppi di atomi freddi o singole molecole. 
In tali esperimenti si fa coesistere simultaneamente un oggetto microscopico (l'analogo             del gatto) in una sovrapposizione di due possibili stati tra loro assolutamente incompatibili (come l'essere allo stesso tempo sia vivo che morto). 
Nel caso della luce, un singolo impulso laser può così assumere contemporaneamente due colori diversi oppure oscillare con due fasi opposte, mentre un atomo si può trovare simultaneamente in due posizioni distinte o muoversi in due direzioni contrarie. 
"Nel nostro laboratorio, con la collaborazione di colleghi teorici dell'Imperial College di Londra, abbiamo scelto di seguire una strada alternativa e molto più generale", afferma Marco Bellini, responsabile assieme ad Alessandro Zavatta del gruppo sperimentale dell'Istituto nazionale di ottica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ino-Cnr) e del Lens dell'Università di Firenze. "Invece di puntare a produrre un determinato stato di sovrapposizione per un particolare sistema fisico, ci siamo concentrati sul problema generale di come realizzare sovrapposizioni di operazioni di tipo opposto".
È un po' come se i ricercatori fossero riusciti ad applicare simultaneamente al gatto del famoso paradosso le due azioni di 'uccidere' e 'lasciare in vita'. Il vantaggio di un tale approccio è che, a questo punto, non ci si deve più limitare alla generazione di soli gatti di Schrödinger, ma lo stesso schema può facilmente porre qualsiasi altra creatura in uno stato di sovrapposizione tra la 'vita' e la 'morte'.
"Ovviamente, in laboratorio non ci siamo occupati di gatti o altri animali ma, molto più semplicemente (ed eticamente), di deboli impulsi di luce laser", continua quindi Bellini. "Abbiamo comunque dimostrato che, in linea di principio, questa tecnica potrebbe essere applicata per creare sovrapposizioni quantistiche di stati tra loro classicamente incompatibili (detti anche ortogonali) a partire da sistemi fisici arbitrari".
Una tale 'macchina di Schrödinger', in grado di trasformare un intero 'zoo' di stati di ingresso in sovrapposizioni di tali stati e dei loro opposti, costituisce un eccezionale mezzo di indagine verso una comprensione più profonda di fenomeni fisici fondamentali e potrà anche essere utilizzata per produrre nuovi tipi di 'qubit', l'unità base di elaborazione dei futuri calcolatori quantistici.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI