CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime notizie

Cerca nel blog

lunedì 25 luglio 2016

Turchia, mandato d'arresto per 42 giornalisti. Amnesty: sfrontato attacco alla libertà di stampa

"Questo ultimo allarmante sviluppo ci dice che in Turchia è sempre più in corso una sfrontata purga, basata sull'affiliazione politica". Così Gauri van Gulik, vicedirettrice di Amnesty International per l'Europa, ha commentato i mandati d'arresto spiccati nei confronti di 42 giornalisti.

"Così facendo, il governo di Ankara dà prova di non fare distinzione tra azioni criminali e critiche legittime. Invece di soffocare la libertà di stampa e intimidire i giornalisti per ridurli al silenzio, è fondamentale che le autorità turche consentano ai giornalisti di fare il loro lavoro e pongano fine a questo drastico giro di vite nei confronti della libertà d'espressione" – ha aggiunto van Gulik.

Ulteriori informazioni
Il 24 luglio, Amnesty International ha rivelato di aver raccolto prove credibili sulle torture, compresi gli stupri, inflitte a persone arrestate dopo il fallito colpo di stato e trattenute in centri di detenzione ufficiali e non ufficiali.

Nei giorni successivi al tentato colpo di stato, inoltre, le autorità turche hanno arbitrariamente bloccato l'accesso all'informazione online e hanno revocato la licenza ad altri organi d'informazione. Decine di giornalisti si sono visti ritirare l'accredito-stampa.

                                                                    
Roma, 25 luglio 2016

Per ulteriori informazioni:
Torture in Turchia: Amnesty International chiede osservatori indipendenti per incontrare detenuti
http://www.amnesty.it/Torture-Turchia-Amnesty-International-chiede-osservatori-indipendenti-incontrare-detenuti




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.