Cerca nel blog

mercoledì 27 luglio 2016

Aerospazio: Aero Sekur lancia un minibond da 5 milioni

E' la prima emissione effettuata dalla società leader nei prodotti in tessuti speciali e in gomma per il mondo della difesa, dello spazio e dell'avionica. Il periodo di collocamento è fissato dal 25 luglio al 25 agosto. 



Aero Sekur, società leader a livello mondiale nei prodotti in tessuti speciali e in gomma per il mondo della difesa, dello spazio, e dell'avionica, lancia il suo primo Mini-Bond  per un valore complessivo di 5.000.000 euro.
Sarà uno strumento finanziario con durata di tre anni ed un rendimento del 5,75%. Il periodo di collocamento andrà dal 25 luglio al 25 agosto, mentre la data di emissione e regolamento sarà il 26 agosto 2016. Advisor ed arranger dell'operazione dell'emissione è Banca Promos Spa.

L'operazione di Aero Sekur contribuirà a finanziare il piano di investimenti triennale varato dal gruppo, per un importo di 4 milioni 350 mila euro nel periodo 2016-2018. In particolare, saranno realizzati programmi di ricerca e sviluppo per:
 - ingresso in nuovi mercati per i sistemi di sicurezza degli elicotteri, Russia in primis;
- miglioramento dei prodotti di protezione balistica;
- sviluppo nuovi prodotti per la protezione NBCR.

Sono inoltre previsti:
- interventi per l'ampliamento della capacità produttiva e di adeguamento e potenziamento delle linee di produzione;
- Allestimento e qualificazione del sito di manutenzione a Pensacola (USA), destinato a supportare la commessa F35-JSF e a fornire supporto logistico e manutentivo a terzi.

Oltre che attraverso l'emissione del minibond, il piano sarà finanziato con il cash-flow generato dalla gestione.
I dati di gestione ricavati dal bilancio civilistico 2015 evidenziano ricavi per 36,6 milioni di euro, con un incremento del 12% rispetto all'anno precedente. Ai 18,5 milioni del fatturato del settore Aeronautica, si aggiungono i 15 del settore Difesa e i 3,1 milioni del settore Spazio. L'Ebitda infatti nel 2015 è di  3,4 milioni, pari a circa il 9% dei ricavi.

Grazie a un piano in ricerca e sviluppo, tradottosi negli ultimi 5 anni in oltre 12 milioni di investimenti, l'azienda ha potuto consolidare la sua presenza nel mercato internazionale  ed entrare a far parte di alcuni tra i  più importanti programmi per l'aerospazio e la difesa, finanziati da istituzioni nazionali e internazionali, in collaborazione con i principali player del settore.

L'eccellenza dei risultati ha avuto l'avallo del MIUR che nel corso di un convegno  ha definito Aero Sekur  "un esempio virtuoso" , unica Pmi dell' Aerospazio ad aver vinto tre bandi internazionali nel primo anno di Horizon 2020, il programma quadro della Commissione Europea che finanzia i progetti per la Ricerca e l'Innovazione fino al 2020.

"Il nostro gruppo è in costante crescita. Il piano industriale prevede un incremento delle vendite di circa l'8% nel triennio, per effetto dell'aumento dei volumi di consegna attesi nei settori della difesa ed airborne", dichiara l'Amministratore Delegato di Aero Sekur, Marco Borghesi. "Il ricorso al mercato dei capitali ci consentirà di accelerare il potenziamento e il consolidamento dei nostri programmi di espansione".

"Con Aero Sekur continua la nostra partnership a sostegno delle imprese che si aprono ai mercati finanziari", dichiara il Presidente di Banca Promos, Ugo Malasomma. "Il nostro affiancamento vuole essere di prospettiva, accompagnando le PMI lungo un percorso evolutivo e di crescita che le porti ad essere riconosciute nel mercato dei capitali, dove lavoriamo da oltre 35 anni, fino a giungere alla quotazione in Borsa Italiana o in altri mercati finanziari, a seconda della tipologia di impresa. In tale ottica abbiamo particolare attenzione alle pmi attive nel Mezzogiorno. Sul fronte della domanda, ci rivolgiamo a investitori interessati a prodotti emessi da realtà performanti, che coniughino la ricerca di buoni rendimenti alla sensibilità per il sostegno al tessuto economico produttivo nazionale che, come sappiamo, si fonda  proprio sulla vitalità delle nostre PMI".

La presenza in Italia
Aero Sekur, costituita nel 1968, ha il suo quartier generale ad Aprilia (Latina). A partire dal 2001 l'attuale presidente, Silvio Rossignoli, ha dato impulso a un profondo processo di innovazione e diversificazione dell'azienda, affiancando al suo prodotto storico, il paracadute, i più sofisticati prodotti e servizi dedicati  al mondo della difesa, dello spazio e dell'avionica, finalizzati ad assicurare la sopravvivenza delle forze di difesa e sicurezza, supportando l'operatività di elicotteri, mezzi aerei  e di terra, sia civili che militari. Prodotti e servizi basati su software e tecnologie d'avanguardia e materiali innovativi in tessuti speciali e gomma.
L'azienda  ha circa 230 dipendenti, di cui 36 ingegneri, tra Aprilia, Caselle Torinese, Arenzano (Genova) e San Pietro Infine (Caserta).
Le ultime iniziative sono state avviate dopo l'aggiudicazione dell'importante commessa per la realizzazione degli Shelter, "hangar gonfiabili" per il cacciabombardiere F-35, bandita da Northrop Grumman nel 2011: una struttura che copre l'aereo per la manutenzione "in campo", accompagnata da condizionatori che consentono di lavorare nei climi più diversi, dal deserto alle zone artiche.

Applicazioni salvavita
L'impegno nella ricerca ha portato a nuove applicazioni nell'aerospazio e nella difesa. Dai galleggianti gonfiabili per elicotteri – airbag giganteschi – in caso di ammaraggio, incluse le zattere per l'equipaggio, ai serbatoi flessibili per automezzi blindati ed elicotteri. Se il serbatoio viene colpito da una pallottola, il foro si richiude in pochi istanti, per evitare l'uscita del carburante che provocherebbe un incendio. Un elicottero Mangusta delle forze armate italiane è stato colpito in Afghanistan: il serbatoio si è richiuso, il velivolo ha potuto proseguire il volo, l'equipaggio si è salvato.
"Tutto quello che produciamo ha a che fare con il tessile e l'aria. Quattro galleggianti tengono a galla un elicottero da 7 tonnellate», spiega il Presidente Silvio Rossignoli.

Aero Sekur nel mondo
Aero Sekur nel mondo è presente con Aero Sekur Ltd  in Inghilterra e Aero Sekur Inc. negli Stati Uniti.  Per supportare la commessa F35-JSF e fornire supporto logistico e manutentivo a terzi, sarà allestito e qualificato un sito di manutenzione negli Usa.
   


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email