Cerca nel blog

giovedì 14 giugno 2012

CONAI A RIO+20: UNA BEST PRACTICE INTERNAZIONALE NELLA GESTIONE E RICICLO DEGLI IMBALLAGGI


CONAI A RIO+20: UNA BEST PRACTICE INTERNAZIONALE NELLA GESTIONE E RICICLO DEGLI IMBALLAGGI

L'Italia non esporta solo moda e design.

Conai partecipa alla Conferenza sullo Sviluppo Sostenibile in programma a Rio de Janeiro come caso di eccellenza del Made in Italy e incontra i rappresentanti delle istituzioni brasiliane per presentare la propria expertise e il proprio modello

Rio de Janeiro, 14 giugno 2012. CONAI - Consorzio Nazionale Imballaggi - è  fino al 22 giugno nel Padiglione Italia di Rio+20 con un'area dedicata. Qui avverrà anche l'incontro con alcuni operatori ambientali che potrebbero adottare il virtuoso modelloItaliano. Tra questi,  Comlurb, società municipale per la gestione dell'igiene urbana di Rio de Janeiro – cui CONAI presenterà la propria case history nel riciclo e nel recupero dei rifiuti di imballaggio.

Obiettivo: condividere e confrontarsi a livello internazionale sulle tematiche della sostenibilità economica e ambientale e sulle buone pratiche a monte dei risultati eccellenti ottenuti nel nostro Paese da CONAI.

L'Italia è infatti in ambito europeo tra i 10 paesi che hanno raggiunto la soglia del 65% di riciclo deirifiuti di imballaggio e, in particolare, uno dei paesi che, più di altri, si sono distinti nel rispettare la priorità del riciclo rispetto ad altre forme di recupero.

L'incontro con gli operatori brasiliani rappresenta anche una opportunità di advisory  internazionale in campo ambientale a testimonianza delle competenze e del know-how alla base delle oggettive performance di eccellenza raggiunte negli ultimi 15 anni dal CONAI.

Nel 2011 sono stati raggiunti importanti risultati:  tre imballaggi su quattro sono stati avviati a recupero e il ricorso alla discarica è stato drasticamente ridotto.

Il recupero complessivo di imballaggi ha raggiunto la percentuale del 74,8%, equivalente a 8,58 milioni di tonnellate recuperate su un totale di11,47 milioni di tonnellate immesse al consumo.  Il riciclo complessivo è stato del 64,7% dell'immesso al consumo (64,3% nel 2010).

Grazie al Sistema Consortile che ha sostenuto e dato impulso alla valorizzazione dei materiali di imballaggio provenienti dalla raccolta urbana, nel periodo 1998 – 2011 si è registrata una crescita notevole dei rifiuti avviati a recupero (da 33,2% a74,8%), con una conseguente riduzione dei quantitativi di rifiuti di imballaggio destinati a smaltimento, che sono passati da 66,8% a 25,2%.

In base ad uno studio realizzato da Althesys, in 10 anni la raccolta e il riciclo degli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro hanno portato all'Italia 9,3 miliardi di euro di benefici netti in termini economici, ambientali e sociali, diretti e indiretti e hanno permesso di evitare emissioni di Co2 per 63,3 milioni di tonnellate

Nello stesso periodo, l'indotto del sistema CONAI e Consorzi ha generato quasi 90.000 occupati. La filiera italiana del riciclo conta attualmente 3.697 aziende di raccolta e gestione dei servizi di igiene urbana, oltre 3.600 centri di selezione e trattamento dei rifiuti, circa 170 impianti di riciclo.
Con oltre 1.400.000 aziende consorziate, il Sistema CONAI rappresenta oggi non solo uno snodo fondamentale per la tutela ambientale e un driver per l'economia del Paese ma anche e soprattutto un modello di riferimento di gestione ambientale esportabile.
"Il Modello CONAI oggi rappresenta in Italia la garanzia che i rifiuti di imballaggio provenienti dalla raccolta differenziata in convenzione vengano effettivamente avviati a riciclo e recupero.
L'accordo quadro ANCI-CONAI, rappresenta per i Comuni italiani un valido strumento per incrementare i  livelli di raccolta differenziata e avvio  a riciclo dei rifiuti di imballaggio in tutto il paese – afferma Walter Facciotto, Direttore Generale CONAI.
Il sistema di gestione dei rifiuti diimballaggio realizzato in Italia da CONAI rappresenta un modello di riferimento nel waste management, consentendo, attraverso il coinvolgimento dei cittadini, dei comuni  e del sistema delle imprese di  generare quel valore aggiunto che ha permesso di raggiungere importanti risultati e ha creato le premesse per larealizzazione di una vera società del riciclo".

Conai
Conai, Consorzio Nazionale Imballaggi, è il consorzio privato senza fini di lucro costituito dai produttori e utilizzatori di imballaggi con la finalità di perseguire, in una logica di responsabilità condivisa fra cittadini, pubblica amministrazione,imprese, gli obiettivi di legge di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio. In oltre un decennio di attività, ha garantito il recupero del75%  dei rifiuti di imballaggio immessi al consumo: il 65% è stato riciclato e il restante 10% avviato a recupero energetico. 


Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *