Cerca nel blog

venerdì 16 gennaio 2015

Caccia, Lipu: "Si fermi subito la stagione venatoria". Uccelli in difficoltà, intervenga il Consiglio dei ministri

CACCIA, LIPU: REGIONI RIDUCANO OGGI STESSO I TEMPI DI CACCIA. BENE IL MINISTERO DELL'AMBIENTE MA ORA SERVE CHE IL CONSIGLIO DEI MINISTRI FERMI IMMEDIATAMENTE LA STAGIONE VENATORIA

"Molte specie di uccelli sono in difficoltà e vanno escluse dalla lista delle cacciabili".

"E' necessario che le Regioni interrompano immediatamente la caccia ad almeno tre specie, quali la beccaccia, la cesena e il tordo bottaccio, che sono già in fase di migrazione preriproduttiva e dunque in periodo ultraprotetto dalla direttiva Uccelli".

Lo afferma la Lipu-BirdLife Italia dopo il Question Time alla Camera dei Deputati nel quale, in risposta a un'interrogazione dell'onorevole Serena Pellegrino, il ministero dell'Ambiente ha evidenziato la situazione di infrazione di molte Regioni italiane in merito ai tempi di caccia eccessivamente lunghi per varie specie, dopo la procedura avviata contro l'Italia dalla Commissione Europea.

"Bene ha fatto il Ministro Galletti  - dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente Lipu-BirdLife  Italia - a chiedere alle Regioni la riduzione dei tempi di caccia e al Consiglio dei Ministri di esercitare i poteri sostitutivi, in caso di inadempienza di queste. Ora però serve un intervento immediato di Palazzo Chigi, perché il 19 gennaio è l'ultimo giorno utile per chiudere la caccia a specie come la cesena, i tordi, la beccaccia. Ogni giorno che passa sarebbe un'infrazione comunitaria e un danno alla conservazione delle specie.

"Tuttavia – continua il presidente Lipu - la procedura aperta contro l'Italia dalla Commissione europea riguarda non solo i tempi di caccia bensì il quadro complessivo della caccia italiana. Che oggi è priva di effettiva programmazione, assolutamente carente di piani di gestione e raccolta di dati, legata a tradizioni arcaiche e insostenibili come quella dei richiami vivi e che si esercita su specie in stato di conservazione sofferente, che dovrebbero essere escluse dalle liste delle specie cacciabili. Per non parlare dell'enorme zona grigia di piccole e grandi illegalità che in molti casi avvicinano pericolosamente la caccia italiana al bracconaggio conclamato.

"La procedura europea contro l'Italia – conclude il presidente Lipu - sia dunque l'occasione per una seria messa in regola del nostro Paese in termini di corretta applicazione di uno strumento preziosissimo e ancora oggi pienamente valido come la direttiva Uccelli".

16 gennaio 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *