Cerca nel blog

venerdì 23 gennaio 2015

DRONI: ECCO "AGRODRON", IL DRONE-CONTADINO ITALIANO. PRONTA LA PRIMA POLIZZA ASSICURATIVA PER APR AGRICOLI


Queste novità saranno presentate il 28/1 a "Roma Drone Conference"


Si chiama "Agrodron" ed è il primo drone-contadino ideato in Italia. Lo hanno sviluppato due aziende specializzate: la Italdron di Ravenna, che ha fornito il drone, e la Adron Technology di Udine, che ha realizzato il carico utile per le applicazioni in agricoltura. 

"Agrodron" può essere utilizzato nella lotta biologica ai parassiti, ad esempio per spargere sui campi di mais delle piccole capsule di cellulosa contenenti le uova di un insetto che contrasta la diffusione della piralide, un lepidottero che può distruggere intere coltivazioni. 

Questo sistema sarà presentato per la prima volta in occasione della conferenza "Droni in agricoltura", nuovo appuntamento del ciclo "Roma Drone Conference" che si svolgerà il prossimo 28 gennaio presso l'Atahotel Villa Pamphili (via della Nocetta 105, ore 9-16). 

Durante questa conferenza, che ha ricevuto i patrocini del Ministero delle Politiche Agricole e dell'ENAC, sarà anche presentata la prima polizza assicurativa italiana per l'utilizzo di droni in agricoltura, la "GrowGreen Insurance", messa a punto dal broker specializzato Pagnanelli Risk Solutions Ltd in vista del previsto sviluppo dell'uso di queste macchine volanti nelle coltivazioni in Italia.
Il sistema "Agrodron" utilizza una piattaforma derivata dal quadricottero di Italdron "Highone HSE", un drone radiocomandato dotato anche di autopilota e gps, con un peso massimo al decollo di circa 5,5 kg e un'autonomia di oltre 18 minuti di volo per ogni pacco di batterie. 

Questo drone trasporta un kit-spargitore, cioè uno speciale contenitore progettato da Adron Technology capace di scaricare automaticamente in volo capsule di cellulosa o altri prodotti per l'agricoltura. L'utilizzo di "Agrodron" consentirà di sostituire l'uso dei trattori per gli stessi trattamenti, riducendo a zero il danno alle colture e l'impatto ambientale, oltre ad aumentare sensibilmente la velocità e la precisione di applicazione. 

Durante la prossima "Roma Drone Conference", sarà anche presentata la prima polizza assicurativa per la responsabilità civile nell'utilizzo di droni in agricoltura. Messa a punto da Pagnanelli Risk Solutions Ltd, la "GrowGreen Insurance" riguarderà i rischi derivanti dal monitoraggio delle coltivazioni e dei pascoli, ma anche dall'attività di irrorazione di concimi e fitofarmaci. La normativa ENAC, infatti, impone la copertura assicurativa per ogni attività svolta con gli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR).

La prossima conferenza, dal titolo "Droni in agricoltura. Nuove soluzioni tecnologiche per monitoraggio e interventi di precisione nelle coltivazioni", vedrà la presenza dei rappresentanti delle maggiori realtà del settore agricolo in Italia: gli Ordini nazionali dei dottori agronomi e forestali, dei periti agrari e degli agrotecnici, Confederazione Italiana Agricoltori (CIA), Coldiretti e Confagricoltura. 

Interverranno anche numerosi esperti del settore in ambito scientifico, tra cui l'Istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze e le università di Pisa, Teramo e della Tuscia. Saranno pure illustrate le norme previste dal Regolamento ENAC per operare in aree rurali con gli APR. Nuovi progetti di droni e sensori per uso agricolo saranno poi presentati da diverse aziende specializzate, tra cui, oltre a Italdron, e Adron Technology, figurano Skyrobotic, Flytop, Menci Software, Cloud Cam by Nuovi Sistemi, Iptsat, Superelectric e AiviewGroup. 

La conferenza è organizzata dall'associazione Ifimedia e da Mediarkè. La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi inviando i propri dati a segreteria@romadrone.it.


Roma, 23 gennaio 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *