Cerca nel blog

giovedì 23 giugno 2016

eCommerce: Netcomm e AGCOM insieme per tutela del consumatore e sviluppo digitale Made in Italy


Trasparenza e fiducia: le leve per lo sviluppo dell'eCommerce 

Norme utili, competenti e uniformi che proteggano gli interessi dei consumatori e tengano conto delle peculiarità del settore sia a livello di business che di utente alla base dell'incontro organizzato da Netcomm col patrocinio di AGCOM


Milano, 23 giugno 2016 - In Italia sono 18,8 milioni gli eShopper abituali che negli ultimi 3 mesi hanno acquistato almeno un prodotto, capaci di generare il 90% del valore degli acquisti online degli italiani. Di questi 12,8 milioni hanno acquistato online almeno una volta al mese (dati Net Retail marzo 2016). L'accesso al digitale oggi riguarda il 70% della popolazione dell'Unione Europea; in Italia la cifra supera il 50% dei cittadini.

Ma cosa significa acquistare in digitale? Quali sono i fattori che stimolano la fiducia del consumatore? Come favorire la crescita senza bloccare l'evoluzione del settore? Quali norme per salvaguardare i player e gli acquirenti? Questi sono alcuni dei punti su cui si è concentrato oggi l'evento eCommerce: trasparenza e fiducia leve essenziali per lo sviluppo del commercio elettronico organizzato da Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, con il patrocinio di AGCOM, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

"eCommerce significa occuparsi di tutte quelle attività che riguardano una comune relazione commerciale digitale: fornitori, piattaforme, scelta dei prodotti da vendere, imballaggio e spedizione degli ordini, adempimenti di legge e assistenza post vendita dei clienti sono tra questi - spiega Roberto Liscia, Presidente di Netcomm - L'educazione al consumatore è senza dubbio un punto focale e di cui Netcomm e AGCOM si fanno promotori infondendo il valore della proprietà intellettuale per la crescita del Paese e della sua economia che nel Made in Italy trova un importante alleato" continua il Presidente del Consorzio del Commercio Elettronico.

"AGCOM è intervenuta numerose volte nel corso degli anni per inibire il fenomeno della violazione del diritto d'autore online - spiega Angelo Marcello Cardani, Presidente AGCOM - A giugno 2015 sono state presentate 283 istanze di rimozione di contenuti protetti dal diritto d'autore che hanno dato luogo a 165 procedimenti, 162 dei quali già conclusi. Di questi ultimi, oltre la metà sono stati definiti per adeguamento spontaneo. Gli ordini di inibizione, pari al 37% dei procedimenti conclusi, hanno riguardato tutti siti esteri manifestamente dediti alla pirateria digitale in quanto responsabili di violazioni gravi e massive ai danni di opere sonore e audiovisive" conclude.

Al fine di promuovere la legalità nel settore, Consorzio Netcomm ha sostenuto e promosso Carta Italia, uno strumento volontaristico di auto-responsabilizzazione mediante il quali i suoi firmatari si sono impegnati a porre in opera misure preventive contro la diffusione del falso online. "Esempi come Carta Italia sono anche la chiave per normare quegli ambiti del mercato dove la legislazione non ha più forza deterrente e dove, invece, l'auto-regolamentazione, in forza dell'immagine che risuona all'esterno, riesce ad avere maggiore influenza sugli operatori del mercato" aggiunge Roberto Liscia.

Come fare dunque per favorire lo sviluppo del digitale e dell'eCommerce in Italia? La chiave è la creazione di norme utili che proteggano gli interessi dei consumatori, di norme competenti che tengano conto delle peculiarità dell'eCommerce sia a livello di business che di utente, e di norme uniformi e uniformemente interpretate in modo che siano tutelati gli operatori che vogliono operare in compliance alla normativa.

"Per un approccio che favorisca il digitale si deve sviluppare il canale di collaborazione e comunicazione con le autorità competenti in tema di digitale. E a questo proposito essenziale diventa la collaborazione con AGCOM, per contrastare attività illecite di contraffazione e lesione del diritto d'autore", conclude Liscia, Presidente di Netcomm.

Chi è Netcomm
Netcomm è il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, punto di riferimento in materia di e-commerce nel panorama nazionale e internazionale. Nato nel 2005, Netcomm annovera tra i suoi consorziati più di 200 aziende che rappresentano sia società internazionali che piccole e medie realtà di eccellenza. Il Consorzio si pone l'obiettivo di promuovere iniziative che contribuiscano alla conoscenza e alla diffusione del commercio elettronico, generando valore per l'intera filiera del settore. Attraverso un insieme di iniziative congiunte di diversa natura, Netcomm supporta le imprese nella loro evoluzione digitale a vantaggio dei consumatori e di tutto il sistema Paese. Tra queste, il Sigillo Netcomm, il sigillo per i merchant che offrono un servizio di qualità, trasparenza e affidabilità al consumatore finale. Netcomm è tra i Paesi fondatori dell'Associazione Europea del Commercio Elettronico, Ecommerce Europe, nata con lo scopo di stimolare lo sviluppo del commercio elettronico a livello europeo.







--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email