Cerca nel blog

sabato 5 novembre 2016

GEFCO diminuisce del 50% il fabbisogno di energia per l’ILLUMINAZIONE del suo principale hub italiano

Il nuovo impianto a LED installato presso il magazzino di Pregnana Milanese consentirà di raggiungere una maggiore sostenibilità a livello economico e ambientale, coerentemente con gli obiettivi di CSR del Gruppo.


Milano, 5 novembre 2016 – GEFCO, operatore leader nella progettazione e implementazione di soluzioni logistiche per le industrie manifatturiere, ha realizzato un intervento volto a migliorare l'efficienza energetica dell'Hub logistico di Pregnana Milanese, attraverso l'installazione di un impianto di illuminazione a LED. 
A regime la soluzione consentirà di abbattere del 50% il fabbisogno di energia elettrica per l'illuminazione.

La sostituzione delle lampade, avviata nel 2015 e conclusa nell'agosto di quest'anno, risponde a due principali esigenze: sopperire all'obsolescenza delle lampade a neon in uso adottando una tecnologia innovativa e ottenere un maggiore risparmio energetico in un'ottica di contenimento dei costi e di sostenibilità ambientale.
L'intervento ha interessato tutte le aree principali del magazzino, una superficie pari a 9.000 mq: il sistema di illuminazione interno e del perimetro esterno del capannone, le rampe di carico dei camion e le vie di collegamento esterne.

L'impiego di luci a LED ha inoltre consentito di migliorare la visibilità del personale che lavora all'interno del magazzino e di conseguenza le condizioni di sicurezza
Ad esempio il progetto ha previsto anche l'installazione di fari che illuminano l'interno dei mezzi al carico, garantendo una visuale più nitida agli operatori di magazzino, aumentando la sicurezza e consentendo loro di lavorare in modo più efficace e preciso.

"L'intervento di sostituzione delle lampade convenzionali con un impianto a LED presso il magazzino di Pregnana Milanese rappresenta per GEFCO un decisivo passo avanti nel campo della sostenibilità. Grazie a questa nuova soluzione infatti sarà possibile ridurre sensibilmente il consumo di energia, con un impatto positivo sull'ambiente" sottolinea Fabrizio Mussat Quality, Enviroment & Facility Manager di GEFCO. "GEFCO è molto attenta alle proprie pratiche di sostenibilità, che si concretizzano anche attraverso interventi sulle proprie strutture atti a migliorarne l'efficienza."

GEFCO Italia, nell'ambito della propria attività CSR, sostiene inoltre l'Oasi WWF di Vanzago, area naturale protetta nei pressi di Pregnana Milanese. Il progetto prevede la messa a dimora di piante all'interno del bosco che possano costituire una utile riserva di cibo per alcune specie faunistiche presenti nell'oasi, soprattutto nel periodo autunnale e invernale. 
La collaborazione con il Bosco di Vanzago contribuisce a sostenere un'importante area di interesse naturalistico nella zona a Nord Milano, in cui risiedono molti degli addetti alla logistica del sito di Pregnana.

L'adozione di una tecnologia efficiente e a basso impatto ambientale da parte di GEFCO Italia e il sostegno offerto all'Oasi di Vanzago, si inseriscono in una più ampia strategia di sostenibilità adottata a livello globale dall'intero Gruppo, con l'obiettivo di migliorare la propria carbon footprint e di conseguenza quella dei propri clienti
A questo scopo 275 siti GEFCO adottano un piano globale di gestione ambientale e 59 di essi, incluso Pregnana Milanese, aderiscono alla certificazione volontaria secondo lo standard ISO 14001. 
GEFCO inoltre partecipa ai sistemi di rendicontazione ambientale riconosciuti a livello internazionale: Eco Vadis e CDP.

L'approccio sostenibile di GEFCO, relativamente alle attività di gestione logistica, si focalizza su alcune priorità specifiche: l'adozione di soluzioni di trasporto efficienti, preferendo dove possibile l'uso di treni e navi, il miglioramento delle performance dei veicoli utilizzati, impiegando sistemi di ultima generazione per il monitoraggio del consumo di carburante e la sensibilizzazione degli autotrasportatori su tecniche di guida eco-drive. 
GEFCO oltre a ciò collabora con i propri fornitori e clienti, con l'obiettivo di generare un impatto positivo lungo tutta la filiera, attraverso attività ottimizzate e strumenti per il controllo delle emissioni delle spedizioni.








GEFCO inoltre, nell'ambito del suo impegno globale, ha recentemente inaugurato, presso la propria sede svizzera di Courgenay, un innovativo impianto fotovoltaico su tetto di 43.000 mq in grado di produrre annualmente 6,7 GWh di elettricità, pari al consumo annuale 1.550 famiglie.  
Parte dell'energia prodotta sarà direttamente utilizzata sul posto, precisamente per ricaricare le auto elettriche importate da GEFCO, mentre il surplus sarà immesso in rete. 
Un progetto di ampia portata permetterà di coprire quasi la metà degli obiettivi del piano energetico del Canton Giura – la Regione in cui si trova l'impianto - per quanto riguarda la produzione di energia fotovoltaica entro il 2021.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email