Cerca nel blog

lunedì 30 settembre 2013

Inflazione: prezzi in frenata, ma consumi a tavola sempre in calo (-1,6%). E l'aumento dell'Iva renderà tutto più difficile

La Cia esprime preoccupazione per la situazione. Sempre più penalizzate famiglie e imprese.


            L'inflazione frena, ma i consumi non decollano. Anzi, le vendite dei prodotti alimentari sono diminuite dell'1,6 per cento, con un calo per i piccoli negozi (meno 3,5 per cento) e anche per la Grande distribuzione organizzata (-0,9 per cento). E ora l'aumento dell'Iva dal 21 al 22 per cento che scatterà da domani renderà il tutto ancora più difficile per famiglie e imprese. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito ai dati Istat sul costo della vita nel mese di settembre che è sceso allo 0,9 per cento, il più basso dall'ottobre 2009.

Il rallentamento della corsa dei prezzi al consumo (come quelli alimentari) -avverte la Cia- non ha cambiato la situazione sul fronte dei consumi Gli italiani continuano a svuotare il carrello della spesa, orientandosi sempre di più verso una tavola "low-cost", con 7,4 milioni di famiglie che optano per prodotti di qualità inferiore e 6,5 milioni che ormai si rivolgono quasi esclusivamente ai discount. Oltretutto, ne fanno le spese prodotti come pasta (meno 9,3 per cento), pesce (meno 16,6 per cento), carne rossa (meno 4,4 per cento) e ortofrutta (meno 3,7 per cento).

In uno scenario del genere l'aumento dell'Iva -rimarca la Cia- può dare un colpo micidiale, costando alle famiglie quasi un miliardo in più soltanto per le spese alimentari. Per non parlare degli effetti sulle aziende, soprattutto quelle agricole.

E' vero che l'aumento dell'aliquota dal 21 al 22 per cento non riguarda beni di prima necessità come pasta o pane, ma è altrettanto vero che -ricorda la Cia-. coinvolge prodotti di largo consumo come acqua minerale, vino e spumanti, birra, succhi di frutta, caffè e bevande gassate Senza contare che il rialzo sulla voce carburanti avrà, comunque, effetti moltiplicatori sui prezzi di tutti i prodotti alimentari, visto che in Italia viaggiano su gomma nell'85 per cento dei casi per arrivare dal campo alla tavola.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *