Cerca nel blog

giovedì 26 settembre 2013

Fondazione Vodafone: Alex Zanardi Presidente


ALEX ZANARDI: PRESIDENTE

FONDAZIONE VODAFONE ITALIA

 

Comitato Scientifico: Juan Carlos De Martin, Simonetta Matone, Paola Severino e Luciano Violante

 

70 milioni gli investimenti in Italia

 373 progetti

 

 

Roma, 26 settembre 2013 – Da oggi sarà Alex Zanardi il nuovo Presidente di Fondazione Vodafone Italia. Nella mattinata si sono insediati anche i nuovi organi della Fondazione: il nuovo Consiglio di Amministrazione e il Comitato Scientifico.

 

L'incontro si è svolto alla presenza del CEO di Vodafone Italia e Sud Europa, Paolo Bertoluzzo, che a partire dal 1 Ottobre assumerà l'incarico di Chief Commercial and Operations Officer del Gruppo Vodafone.

 

Al Presidente uscente Antonio Bernardi, che ha guidato per 11 anni la Fondazione Vodafone Italia con grande passione, portando il suo contributo di visione, sarà affidato il ruolo di coordinamento del Comitato Scientifico.

 

Il nuovo Comitato Scientifico è composto dal Professore ed editorialista de La Stampa Juan Carlos De Martin, dal Capo Dipartimento per gli Affari di Giustizia Simonetta Matone, dalla Prof. Avv. Paola Severino e dal Presidente Luciano Violante.

 

"Assumo questo importante incarico portando in dote l'affetto delle persone che, a torto o a ragione, vedono in me uno che nella vita ha affrontato grandi difficoltà – dichiara Alex Zanardi, neo presidente della Fondazione - Cercherò di assolvere questo compito che mi onora con l'impegno e la passione che mi hanno consentito di trasformare nel tempo tanti "primi passi" nelle avventure più belle della mia vita."

 

"Sono felice che Alex Zanardi sia 'salito a bordo' della Fondazione Vodafone Italia - ha commentato Paolo Bertoluzzo, Ceo Vodafone Italia e Sud Europa. - Alex Zanardi rappresenta un simbolo vivente della voglia di guardare al futuro e della fiducia costruita sull'impegno, per continuare a vincere e darsi nuovi traguardi.

Per noi la Fondazione rappresenta un investimento sul futuro, non una scelta di buonismo. Un impegno  - ha aggiunto Bertoluzzo - che non si esaurisce con il nostro investimento, ma che deve poter avere seguito e continuare a creare valore. Continuità e cambiamento sono il tratto distintivo di questo nuovo corso della Fondazione".

 

Dalla nascita nel 2002 la Fondazione Vodafone Italia ha finanziato ad oggi 373 progetti su tutto il territorio nazionale pari a circa 70 milioni di euro, impegnandosi anche a garantirne la continuità nel tempo, collaborando insieme alle Associazioni promotrici e sempre al fianco delle Istituzioni locali. Una presenza molto capillare di sostegno al territorio con il 34% dei fondi destinati a progetti nel Nord Italia, il 24% al Centro, il 21% al Sud ed il 21% ad Associazioni presenti su più sedi a livello nazionale.

 

Per il triennio 2013-2015 Fondazione Vodafone prevede di investire 5 milioni di euro ogni anno nello sviluppo di tecnologie mobili che aiutino a migliorare l'accessibilità e l'inclusione sociale, in progetti volti al superamento delle barriere digitali, ed al sostegno di un modello di impresa sociale in grado di auto sostenersi nel tempo creando risorse e occupazione. Questi alcuni fra i principali progetti che Fondazione sta portando avanti:

 

  • Insieme a Scuola di Internet: è un progetto di alfabetizzazione digitale che coinvolge gli "over 55" che potranno apprendere le potenzialità dei nuovi strumenti digitali grazie ad un programma di formazione erogato da 500 studenti universitari. Il progetto nasce da un protocollo di intesa fra Fondazione Vodafone Italia, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero per la Cooperazione e lo Sviluppo Internazionale e l'Associazione Nazionale Comuni Italiani. Le città coinvolte saranno Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, L'Aquila, Milano, Napoli, Padova, Perugia, Potenza, Reggio Emilia, Torino, Venezia e Verona. I corsi, della durata di circa 2 mesi, si svolgeranno all'interno di aule universitarie, nelle strutture scolastiche ed all'interno di sedi comunali; i "formatori digitali" saranno retribuiti per il loro contributo part time, in modo da poter conciliare gli impegni di studio con l'attività di formazione.

 

  • Ricarica Insieme: è il primo progetto che vede il diretto coinvolgimento dei Clienti Vodafone. Scegliendo un taglio di ricarica creato ad hoc per l'iniziativa i Clienti hanno la possibilità di donare 1 euro a sostegno di progetti sociali per i minori. Fondazione Vodafone si impegna a donare 1 euro per ogni euro donato dai Clienti raddoppiando, di fatto, il valore delle donazioni. La prima edizione di Ricarica Insieme ha portato allo straordinario traguardo di 5 milioni di euro interamente devoluti ad Associazioni no-profit attive nell'ambito dell'integrazione e della cura dei minori.

 

  • Mobile Angel: è uno strumento di pronto intervento per le donne vittime di stalking realizzato da Fondazione Vodafone Italia in collaborazione con il Ministero dell'Interno e Polizia di Stato. Si tratta di un dispositivo che appare come un comune telefono cellulare e che consente alle vittime di ottenere tempestivo aiuto tramite geolocalizzazione premendo il pulsante di allerta per pochi secondi. Mobile Angel è stato lanciato in via sperimentale a Roma nel corso del 2012, grazie alla collaborazione con la Questura di Roma, su un campione di 33 donne ad alto rischio di violenza. Grazie ad un protocollo di intesa con D.i.r.e., network di 63 centri antiviolenza in Italia, il progetto sarà a breve esteso a livello nazionale.

 

 

Il rinnovato Consiglio di Amministrazione è composto da esponenti del management di Vodafone Italia: Stefano Gastaut, che assume la carica di Vice Presidente, Gaetano Coscia, Silvia de Blasio, Maria Cristina Ferradini, Gianluca Pasquali, Maria Grazia Bizzarri e Massimo Scapini. Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da Giuseppe

 

 

Costa, Carmine Musto e Giuseppe Zingaro. Ida Linzalone è confermata nel ruolo di Segretario Generale.

 

Alex Zanardi

è un pilota automobilistico, ciclista su strada e conduttore televisivo italiano, nato con la passione per i motori. Ha iniziato fin da giovanissimo a gareggiare sui kart per poi passare alla Formula 1. Nel 2001, rimasto vittima di un incidente e dopo un durissimo percorso di riabilitazione, ha ricominciato prima a correre in auto e poi a partecipare a varie manifestazioni per atleti disabili fino a intraprendere una nuova carriera sportiva nel paraciclismo. Nel 2012 ha partecipato alle Paralimpiadi di Londra, gareggiando sulle tre ruote dell'handbike e vincendo la medaglia d'oro.

Alex Zanardi è un esempio ed un punto di riferimento per tutto lo sport italiano e internazionale.

 

Per maggiori informazioni sui progetti di Fondazione Vodafone Italia è possibile visitare il sito www.fondazionevodafone.it.

 

 

 

 

 

 


Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *