Cerca nel blog

martedì 24 settembre 2013

Termini-Vodafone: con Atac a Roma la prima collaborazione pubblico-privato

 

TERMINI-VODAFONE

con Atac a Roma la prima collaborazione pubblico-privato

per riqualificare le infrastrutture metro

Roma, 24 settembre 2013 - La stazione della metropolitana di Roma Termini, crocevia del trasporto pubblico cittadino, si veste di rosso Vodafone grazie ad un accordo siglato da Atac spa e l'azienda di telecomunicazioni. Per la prima volta in Italia una fermata della metropolitana avrà il doppio nome Termini-Vodafone e la stazione della metro sarà arricchita dalla presenza del marchio Vodafone: un modo innovativo di comunicare il brand che, attraverso la collaborazione pubblico-privato, consentirà una riqualificazione delle infrastrutture metro.

L'accordo permetterà di assicurare nuovi servizi all'interno del capolinea di superficie di piazza dei Cinquecento e di investire sul decoro dell'area metro di Termini senza alcun costo aggiuntivo per Atac. L'iniziativa rientra in un piano più ampio di investimenti di Vodafone Italia per Roma che quest'anno ha scelto proprio la Capitale per la realizzazione della campagna Live Red, che vedrà nel mese di settembre eventi e spettacoli, dedicati ai cittadini romani, in diverse parti della città.

I vantaggi per la città. In virtù della partnership commerciale, Atac riceverà un contributo economico da Vodafone che verrà investito per lavori non solo a Termini, ma anche nelle diverse infrastrutture della rete metropolitana.

Investimenti. Il progetto Termini-Vodafone si inserisce in un percorso di valorizzazione e di investimenti sul territorio romano che ha visto Vodafone investire dal '95 ad oggi oltre 450 milioni di euro. L'azienda investe ogni anno in Italia 900 milioni di euro in qualità, innovazione e servizi per il cliente.

L'iniziativa. "Roma è bellezza, Roma è passione….. " Questo il messaggio scelto da Vodafone per valorizzare tutto il nodo di Roma Termini. L'allestimento prevede per alcuni mesi la denominazione congiunta della stazione –Termini-Vodafone – la creazione di un temporary store Vodafone su Piazza dei Cinquecento ed un completo restyling della stazione metro Termini con l'aggiornamento del nome e delle pensiline, degli ingressi della metro, dell'area tornelli, delle scale mobili, delle banchine e la decorazione integrale di due treni.

Il futuro. L'operazione Termini-Vodafone, prima nel suo genere in Italia, rappresenta un modo nuovo di utilizzo dei brand aziendali. Atac valuterà in futuro se estendere a tutta la sua rete tale nuova modalità di interventi. Non solo sulle stazioni centrali, ma anche su quelle periferiche.

 

Atac spa è il primo gruppo di trasporto pubblico in Italia, oltre che una delle più grandi realtà a livello europeo. Atac gestisce un'area di 1.285 km quadrati, nella quale ogni giorno garantisce oltre 4 milioni di spostamenti. L'azienda ha circa 12.000 dipendenti e una flotta di 2.400 veicoli tra autobus, tram, filobus, mezzi elettrici e treni metroferroviari. La rete gestita da Atac all'interno del territorio di Roma Capitale, si articola in 331 linee di superficie, due linee metropolitane (A, B/B1) e tre linee ferroviarie (Roma-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Giardinetti).

Vodafone Italia fa parte del Gruppo Vodafone, uno dei maggiori gruppi di comunicazioni mobili al mondo, con oltre 407 milioni di clienti. Il Gruppo Vodafone è presente in 30 Paesi e in altri 50 con accordi di Network Partnership. L'azienda ha circa 6.500 dipendenti, 8 Competence Center distribuiti sull'intero territorio nazionale e più di 7.000 punti vendita.

 

In foto il Presidente di Vodafone Italia, Pietro Guindani e l'Ad di Atac, Danilo Broggi.

 


Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *