Cerca nel blog

giovedì 22 gennaio 2015

Omofobia e discriminazione sessuale: si dichiara gay alla visita di leva e la Motorizzazione civile gli ritira la patente

Discriminazione sessuale: si è dichiarato gay alla visita di leva, la Motorizzazione civile gli  notifica il provvedimento di revisione della patente di guida. Cassazione condanna la pubblica amministrazione a maxirisarcimento per omofobia. Diffondere il coming out dell'omosessuale è violazione della privacy

Una sentenza innovativa la n. 1126 resa in data odierna dalla Suprema Corte che di fatto rafforza il «diritto alla privacy» quella portata all'attenzione da Giovanni D'Agata, fondatore dello "Sportello dei Diritti".

"E' tenuto al risarcimento del danno per violazione della privacy chi diffonde il coming out dell'omosessuale".La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione, ha accolto il ricorso principale di un uomo contro la decisione di merito che riduceva notevolmente l'entità del risarcimento del danno, patito dal ricorrente, in quanto vittima di un comportamento omofobo.

Nella fattispecie durante la rituale visita di leva, il ricorrente aveva dichiarato di essere omosessuale, coming out che gli costò la sospensione della patente. L'uomo decideva di citare in giudizio i Ministeri delle infrastrutture e della difesa che, a suo giudizio, avevano palesemente violato la privacy. In secondo grado, l'appello era accolto a metà e veniva ridotta l'entità del risarcimento del danno, da 100mila a 20mila euro. La Corte etnea sosteneva che l'illegittima diffusione dei dati sull'identità sessuale era rimasta circoscritta a un ambito assai ristretto. Tesi che non fa breccia presso "Ermellini".

La forza innovativa dell'importante sentenza sta nel fatto che per la prima volta i giudici di legittimità hanno evidenziato il comportamento delle due amministrazioni che ha «gravemente offeso e oltraggiato la personalità del ricorrente in uno dei suoi aspetti più sensibili e ha indotto nello stesso un grave sentimento di sfiducia nei confronti dello Stato, percepito come vessatorio nell'esprimere e realizzare la sua personalità nel mondo esterno».

La Corte di legittimità ha d'altronde ascritto al novero dei diritti inviolabili della persona (art. 2 Cost.) quello che tutela la libera espressione della propria identità sessuale. Diritto, peraltro, oggetto di tutela anche da parte della stessa Cedu. Il tentativo di «edulcorare la gravità del fatto» da parte della Corte territoriale fa acqua da tutte le parti, in quanto il ricorrente, ad avviso della terza sezione civile, è stato «vittima di un vero e proprio comportamento di omofobia».

Quanto al danno, la sentenza impugnata è contraddittoria nella motivazione nella parte in cui «la riconduce alla sola conoscenza dei soggetti pubblici che, prima all'ospedale militare, poi alla commissione per la motorizzazione, si erano occupati del caso». Lo stesso procedimento civile instaurato e «la conseguente conoscenza e conoscibilità pubblica della vicenda smentisce tale assunto, senza che, in contrario, valga osservare che, a rendere pubblico il caso in maniera eclatante è stato l'attore, il che equivale a sostenere che l'eclatante pubblicità del caso si sarebbe evitata rinunciando all'esperimento dell'azione giudiziaria, così impedendone la diffusione, la rilevanza, l'eco delle cronache nazionali e internazionali che ne sono seguite». Per farla breve, la Corte di legittimità accoglie il ricorso principale, rigetta l'incidentale e cassa con rinvio la sentenza impugnata.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *