Cerca nel blog

mercoledì 7 dicembre 2016

i Tesori nascosti

Mostra: Caravaggio, Tino di Camaino, Gemito


  Vernissage della mostra 150 capolavori: i Tesori nascosti. Caravaggio, Tino di Camaino, Gemito, nel centro storico di Napoli a cura di Vittorio Sgarbi, dal 6 dicembre al 28 maggio, nella Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta in Via Tribunali, a pochi passi dalla Cappella Sansevero con il Cristo velato, del Conservatorio e chiesa di San Pietro a Majella e dalla strada della Chiesa e dei pastori di San Gregorio Armeno.

    Il titolo, tesori nascosti, suggerisce il leitmotiv della mostra con l’intento di “portare alla luce ciò che normalmente è “nascosto”, nella restaurata e ritrovata, stupenda Basilica di Pietrasanta, nome che deriva dal fatto che all’interno è custodita una pietra che concedeva l’indulgenza a chi la baciava, edificata nella prima metà del VI secolo, sita nel decumano maggiore, dedicata alla vergine, all’esterno l’imponente campanile, testimonianza di quella ricca fioritura di opere d’arte nata in Campania all’incontro di gusti e forme architettoniche orientali. A breve sarà possibile anche visite guidate nei sotterranei.

   Al taglio del nastro sono intervenuti, l’assessore alla cultura del Comune, Pino Daniele, il curatore, Sgarbi che ha dichiarato: Una mostra che in realtà è un museo, l’arte non ha territori, né temi. Per questo abbiamo portato in questa chiesa, che di per sé è già un capolavoro, questa immensità di bellezza davanti alla quale vi sentirete storditi; a sua volta il sottosegretario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Antimo Cesaro, ha detto: “Questa mostra rappresenta il prototipo del modello che vorremmo seguire in modo da creare una filiera culturale in cui si intrecciano le energie e le potenzialità del pubblico e del privato. Una vera e propria fusione tra mecenatismo e imprenditoria della cultura per mettere in risalto il nostro immenso patrimonio”.

   Tra i capolavori esposti, opere, dipinti e culture, che hanno caratterizzato gli ultimi settecento anni, tra gli artisti: Michelangelo Merisi, detto Caravaggio: “La Maddalena addolorata”, quadri di Tino di Camaino, Gemito, Mattia Preti, Tiziano, Reni, Battistello Caracciolo, Jusepe de Ribera, Guercino, Luca Giordano, Francesco Solimena, Antoon Smick Pitloo, Palazzi, Dalbono, Migliaro, Gemito, Gennaro Villani, De Pisis, De Chirico, Morandi, Antonio Ligabue, provenienti da fondazioni, istituzioni e collezionisti.
   
   La mostra, aperta tutti i giorni della settimana e festivi: da lunedì a venerdì dalle 10 alle 20; sabato e domenica dalle 10 alle 23. Infoline: 081 19230565. Inclusa nel biglietto, € 12,00 intero; 10 ridotto: una App che mette a disposizione i contenuti della mostra, illustrati da una audioguida di Vittorio Sgarbi.
Infoline: 081 19230565


Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email