Cerca nel sito

martedì 20 dicembre 2016

Accenture Interactive lancia il LOVE INDEX: scopri i brand più amati

LOVE INDEX 2016 DI ACCENTURE INTERACTIVE

Netflix, Apple, Google, Microsoft, YouTube tra i brand più amati

Il primo studio che rivela quali sono i brand più amati dai consumatori e quali le caratteristiche su cui hanno puntato per farsi apprezzare

  

Milano, 20 dicembre 2016Apple, Microsoft, Netflix sono i brand più amati in USA, secondo lo studio The Love Index 2016, pubblicato da Accenture Interactive e Fjord, la unit di Accenture specializzata in service design e innovation. Seguono, a ruota, Samsung, Sony, Google, Amazon, Fitbit, Facebook e Walmart.

Si tratta di brand che hanno saputo costruire una customer experience innovativa, definendo un nuovo standard di interazione con i consumatori, alzando le loro aspettative nei confronti di prodotti e servizi in maniera trasversale, impattando di fatto tutti i settori industriali. Siamo di fronte ad un fenomeno, trainato dal digitale, che Accenture Interactive e Fjord chiamano "aspettative liquide".

"Le nostre ricerche hanno individuato cinque dimensioni – Fun, Relevant, Engaging, Social e Helpful – che caratterizzano le esperienze con i brand" ha commentato Ashley Benigno Group Director, Fjord Milano. "Si tratta di caratteristiche che le persone cercano nelle loro relazioni interpersonali e che applicano, in maniera spontanea, anche alle interazioni con i brand. Considerando questi aspetti, il Love Index è in grado di spiegare perché le persone amano un brand e cosa possono fare le aziende per aumentare e rafforzare questo amore".

The Love Index, che ha studiato le preferenze dei consumatori in un periodo di 18 mesi, utilizza una metodologia fortemente innovativa: attraverso una combinazione di ricerche qualitative e indagini quantitative ha identificato quali siano le caratteristiche che determinano l'amore per un brand. Gli intervistati – più di 26.000 consumatori negli USA, nel Regno Unito e in Brasile – hanno dato un voto a 70 brand dei settori automobilistico, bancario, turistico e retail. Gli interpellati hanno anche indicato i loro brand "top of mind" identificati senza alcuna sollecitazione.

 

UN APPROCCIO "FRESH"

Le caratteristiche che rendono un brand più o meno amato sono state riportate in un modello a cinque dimensioni, descritte dall'acronimo "FRESH", a ciascuna viene attribuito un punteggio:

Fun – Divertente, cattura la mia attenzione in maniera simpatica

Relevant –  Interessante, offre informazioni chiare e personalizzate dove e quando voglio

Engaging – Coinvolgente, si identifica con i miei bisogni e i miei desideri  

Social – Social, mi aiuta a connettermi con gli altri

Helpful – Utile, è efficiente, semplice e si adatta nel tempo.

L'indice ha identificato per ciascuna di queste dimensioni il brand che ne è il leader: Negli USA, Netflix è il leader esperienziale per eccellenza nella categoria Fun; Fitbit per la dimensione "Relevant"; Amazon per "Helpful"; Apple per "Engaging"; Facebook per "Social". 


L'EFFETTO NETFLIX

Netflix è il marchio più amato nei tre mercati (USA; UK e Brasile), secondo lo studio. Gli americani, i britannici e i brasiliani hanno assegnato alla società di streaming il primo posto per la dimensione "Fun" e uno dei primi tre posti in tutte le altre dimensioni. "Piaccia o meno, gli altri marchi – indipendentemente dal settore – saranno giudicati con riferimento all'esperienza che Netflix offre ai suoi clienti", ha commentato Alessandro Diana, Managing Director Accenture Interactive. "Questa è quello che intendiamo per "aspettative liquide": i consumatori, abituati ad uno standard da un brand, ricercano la stessa esperienza positiva anche in altri ambiti."

In particolare guardando al Regno Unito, Netflix è il brand più amato e nella top-ten troviamo nell'ordine, Google, Apple, Samsung, Sony, Microsoft, Facebok, Amazon, Sky, e Ebay. Considerando il Brasile, il terzo Paese coinvolto in questo studio, Netflix resta sempre al primo posto, seguito da YouTube, Google, Apple, Samsung, Sony, Facebook, Microsoft, Whatsapp e LG.

 

DARE FORMA ALL'OPPORTUNITÀ

Love Index indica che ogni settore ha una sua rappresentazione caratteristica che riflette le dimensioni più importanti per i consumatori in quel mercato.

Per esempio, per i brand in ambito retail, i consumatori ritengono fondamentali le dimensioni "Relevant", "Engaging" e "Helpful", anche se bisogna considerare che queste riflessioni sono il frutto di decenni di esperienza di shopping in cui i brand stessi hanno influenzato il mercato.

Un retailer tradizionale con punti di vendita fisici o una start-up che volesse differenziarsi potrebbe, ad esempio, ridefinire l'esperienza di shopping introducendo nuove modalità di connessione tra le persone (Social) in modo forte e coinvolgente (Fun), online o nel punto vendita. 

"In un periodo di digital disruption ci aspettiamo di vedere brand emergenti estendere l'esperienza offerta ai propri consumatori puntando su dimensioni nuove per differenziarsi e per tenere il passo con i leader del mercato", aggiunge Benigno. "Questi investimenti non solo porteranno ad una crescita del loro Love Index, ma incideranno sull'intero mercato di riferimento. Abbiamo definito questa spinta al cambiamento e verso un nuovo equilibrio di mercato "shape of opportunity".


Maggiori informazioni sul Love Index 2016 sono disponibili accenture.com/loveindex2016

Guarda il video: What is The Love Index?

 

Metodologia

Love Index si basa su un sistema replicabile e misurabile che consente di valutare la performance dei brand in ogni settore e mercato. È complementare ad altri strumenti già applicati per misurare la salute di un brand, Love Index infatti va oltre, indentificando cinque dimensioni - quelle menzionante sopra - ricavate tramite algoritmi che misurano la reazione dei consumatori alla brand experience e vengono sintetizzate in un punteggio finale. L'analisi condotta attraverso questo sistema può essere utilizzata come uno strumento per definire le strategie di brand e rafforzare il suo gradimento.

 

***

Accenture

Accenture è un'azienda leader a livello globale nel settore dei servizi professionali, che fornisce una vasta gamma di servizi e soluzioni nei settori strategy, consulting, digital, technology e operations. Combinando un'esperienza unica e competenze specialistiche in più di 40 settori industriali e in tutte le funzioni aziendali - sostenuta dalla più ampia rete di delivery center a livello mondiale – Accenture opera all'intersezione tra business e tecnologia per aiutare i clienti a migliorare le proprie performance e creare valore sostenibile per i loro stakeholder. Con circa 384.000 professionisti impegnati a servire i suoi clienti in più di 120 paesi, Accenture favorisce l'innovazione per migliorare il modo in cui il mondo vive e lavora. www.accenture.itwww.accenture.com.





--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI