Cerca nel sito

venerdì 16 dicembre 2016

Maersk Tankers adotta i sistemi BWMS di Wärtsilä per la realizzazione di tre petroliere

Le nuove petroliere costruite per Maersk Tankers A/S saranno dotate del Sistema di gestione delle acque di zavorra di Wärtsilä.

Trieste, 16 dicembre 2016 – La compagnia danese Maersk Tankers A/S ha scelto i sistemi di gestione delle acque di zavorra (BWMS) con elettroclorazione (EC) di Wärtsilä per la costruzione di tre nuove petroliere Medium Range (MR) da 50.000 tonnellate di portata lorda (DWT) nei cantieri cinesi della Samsung Heavy Industries (Ningbo).

Garantire l'adeguamento alla futura convenzione IMO sulla gestione delle acque di zavorra sta diventando una priorità per gli armatori, e la scelta dei sistemi EC di Wärtsilä da parte di Maersk Tankers permetterà in futuro di rispettare i limiti stabiliti dall'IMO.

Al tempo stesso, si prevede di ottenere l'omologazione da parte della USCG entro il primo trimestre del 2017.

Il sistema Aquarius EC BWMS di Wärtsilä è compatibile con ogni grado di salinità.

Un dialogo aperto tra i partner coinvolti ha permesso di optare per la soluzione più adeguata, garantendo così a Maersk Tankers affidabilità e minori costi di gestione per queste nuove importanti imbarcazioni.

Questi sistemi Wärtsilä, conformi alle direttive ATEX, e la possibilità di effettuare installazioni anche in aree a rischio, forniscono una soluzione su misura per rispondere ai requisiti necessari in fase di progettazione navale.

"Siamo ormai vicini alla ratifica del trattato sulle acque di zavorra dell'IMO, e la maggior parte degli armatori si sta preparando per adeguarsi alla normativa. Wärtsilä dispone di una consolidata esperienza e di un profondo know-how nella tecnologia BWMS, può fornire affidabilità e assistenza a lungo termine nell'individuare la soluzione ottimale per ogni specifica esigenza della propria clientela. Siamo entusiasti e orgogliosi di essere stati scelti per fornire i nostri sistemi a queste imbarcazioni", ha dichiarato Joe Thomas, Director, Ballast Water Management Systems, Wärtsilä Marine Solutions.

Wärtsilä fornirà ad ognuna delle tre imbarcazioni una soluzione EC BWMS da 1500 m3 l'ora. Le prime consegne ai cantieri sono previste per dicembre dell'anno in corso.

Il sistema Wärtsilä Aquarius EC BWMS rappresenta una tecnologia affidabile per il trattamento delle acque di zavorra, utilizzando un semplice processo bifasico che prevede il filtraggio e l'elettroclorazione (EC).

Il sistema può essere integrato e mantenuto con facilità ed è stato omologato secondo i dettami previsti dalla convenzione IMO. Possiede inoltre un certificato USCG di omologazione del sistema di gestione alternata (AMS).


L'importanza dei sistemi BWMS
Le spedizioni via mare rappresentano un business a livello internazionale, con imbarcazioni che viaggiano da e per ogni parte del mondo.

Le acque di zavorra di cui le navi necessitano sono dunque caricate e scaricate secondo le esigenze, per garantire che la nave mantenga la sua sicurezza operativa.

Pertanto, le acque di zavorra vengono spesso caricate da un bacino di acqua in una parte del mondo e scaricate in un'altra. Inevitabilmente, centinaia di microrganismi marini di origine animale e vegetale vengono presi a bordo insieme all'acqua.

Purtroppo, non tutti si adattano facilmente alle nuove condizioni ambientali; tuttavia, quelli che sopravvivono possono crescere, attaccare e danneggiare l'ambiente e le specie endemiche.

Quando gli scienziati hanno comunicato le loro preoccupazioni alla comunità mondiale, l'IMO (International Maritime Organization) ha introdotto, nel 2004, la Convenzione internazionale per il controllo e la gestione delle acque di zavorra. Inoltre, nel 2013 la guardia costiera statunitense (USCG) ha introdotto la normativa VGP 2013 relativa a imbarcazioni che solcano le acque statunitensi.


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI