Cerca nel blog

sabato 11 gennaio 2020

Thales Alenia Space costruirà Amazonas Nexus di HISPASAT, un satellite più efficiente e flessibile per adattarsi all'evoluzione del mercato delle Telecomunicazioni

Thales Alenia Space costruirà Amazonas Nexus di HISPASAT, un satellite più efficiente e flessibile per adattarsi all'evoluzione del mercato delle Telecomunicazioni

L'operatore spagnolo dà il via alla sua nuova missione Amazonas Nexus, dedicata ai mercati della mobilità e della connettività, segnando l'inizio di una nuova generazione di satelliti con un'architettura innovativa e una capacità superiore.

Il nuovo satellite, ha a bordo un Processore Digitale Trasparente (DTP) di nuova generazione, un passo tecnologico da gigante che aumenta notevolmente la flessibilità del satellite, consentendone l'adattamento a eventuali cambiamenti in base alle necessità del cliente.

Amazonas Nexus, che vede una partecipazione importante dell'industria aerospaziale spagnola, sarà lanciato alla fine del 2022, e avrà una vita operativa prevista di 15 anni.

 

Madrid, gennaio 2020 - HISPASAT, l'operatore spagnolo di telecomunicazioni satellitari, ha assegnato a Thales Alenia Space, joint venture Thales (67%) e Leonardo (33%), il contratto per la costruzione del satellite Amazonas Nexus, che sostituirà e espanderà le capacità del satellite Amazonas 2, in orbita a 61º ovest. Il contratto è stato firmato oggi a Madrid, con Thales Alenia Space risultata vincitrice fra la concorenza.

Il nuovo High Throughput Satellite (HTS) consentirà a HISPASAT di accedere a nuovi clienti e mercati, offrendo servizi di mobilità ad alta capacità ai settori del trasporto aereo e marittimo. Inoltre, continuerà la fornitura di servizi agli attuali clienti HISPASAT che utilizzano i servizi di Amazonas 2.

In qualità di prime contractor, Thales Alenia Space sarà responsabile della progettazione, della produzione, della verifica e dei test di accettazione in orbita del satellite Amazon Nexus.

Nuova generazione con maggiore flessibilità in orbita

Amazonas Nexus presenta, come principale novità, un Processore Digitale Trasparente (DTP) di nuova generazione, una svolta tecnologica fondamentale per aumentare la flessibilità geografica della missione, consentendo così capacità di rispondere a eventuali evoluzioni rispetto allo scenario commerciale inizialmente previsto.

Grazie a questo elemento, il payload del satellite viene processato digitalmente consentendo di assegnare in orbita le capacità richieste in qualsiasi momento, fornendo al satellite una grande resilienza all'evoluzione del mercato delle comunicazioni, sia nel campo della connettività e dei dati che nel trasmissione dei contenuti.

Il design avanzato, la capacità HTS e la versatilità di Amazonas Nexus lo rendono il satellite più efficiente della flotta di HISPASAT.

Il nuovo satellite coprirà l'intero continente americano, il corridoio del Nord Atlantico (zona di traffico aereo e marittimo) e la Groenlandia, e consentirà la fornitura di servizi di telecomunicazione all'avanguardia nella banda Ku. Amazonas Nexus segna l'inizio di una nuova generazione di satelliti nella flotta di HISPASAT con un'architettura innovativa che dispone anche della capacità della banda Ka per ottimizzare le comunicazioni tra i gateway e il satellite, consentendo di moltiplicare la capacità di bordo totale disponibile per uso commerciale, con conseguente efficientamento dei costi rispetto ai satelliti convenzionali.

Amazonas Nexus sarà lanciato nella seconda metà del 2022

Basato sulla piattaforma Spacebus NEO di Thales Alenia Space, il satellite presenterà una propulsione completamente elettrica, rendendo il satellite più leggero e contribuendo a ridurre i costi di lancio. Con una durata stimata di 15 anni, 20 kW di potenza satellitare e una massa di 4,5 tonnellate al lancio, Amazonas Nexus sarà lanciato a metà del 2022.

Amazonas Nexus è il 3° satellite ordinato da HISPASAT a Thales Alenia Space, dopo HISPASAT 1C e 1D, il 7° satellite basato sulla piattaforma Spacebus NEO* e il 5° dotato di Processore Digitale Trasparente di 5° generazione.

Dopo la firma del contratto, Rosario Martínez, Presidente di HISPASAT, ha ringraziato per il sostegno del suo nuovo azionista, Red Eléctrica, a questa missione, che favorirà la crescita di HISPASAT. "Questo progetto, che è di grande rilevanza per rispondere alla continua crescita della domanda di connettività, non sarebbe stato possibile senza il supporto determinato degli azionisti di HISPASAT. Nel Consiglio di amministrazione siamo convinti che Amazonas Nexus rafforzerà la nostra posizione competitiva nel mercato dei satelliti ", ha affermato.

Miguel Ángel Panduro, AD di Hispasat, ha espresso la sua soddisfazione per l'accordo raggiunto con Thales Alenia Space, "che ci consentirà di costruire il satellite più dinamico e avanzato della nostra flotta e fare un importante passo avanti verso quelle soluzioni digitali a cui si uniformerà il futuro delle tecnologie satellitari", ha affermato. "Con Amazonas Nexus, HISPASAT continua a innovare per rispondere al mercato dei satelliti e alle esigenze dei suoi clienti con la tecnologia più avanzata", ha concluso Panduro.

"Ringrazio HISPASAT per aver riposto la loro fiducia in noi ", ha aggiunto Jean-Loïc Galle, Presidente e AD di Thales Alenia Space. "La volatilità del mercato di oggi ha bisogno di tecnologie all'avanguardia e a prova di futuro. Il design del satellite Nexus di Amazonas combina idealmente l'agilità e la dinamicità digitale con la robustezza delle nostre soluzioni satellitari. I recenti contratti, relativi al mercato europeo, asiatico e ora americano, dimostrano il prezioso vantaggio delle soluzioni digitali di Thales Alenia Space per i clienti dei nostri operatori satellitari ".

Con la sua copertura sull'Atlantico e la sua elevata capacità, Amazonas Nexus rafforzerà il posizionamento di HISPASAT nei mercati aereo e marittimo, due segmenti notevolmente in crescita. Le sue capacità lo rendono anche particolarmente adatto a far fronte al divario digitale in America Latina, consentendo ai governi e agli operatori di telecomunicazioni di implementare reti e servizi in regioni a bassa penetrazione delle infrastrutture terrestri. Secondo le analisi di mercato, la domanda di capacità di dati geostazionari nel continente americano si moltiplicherà 5 volte nei prossimi dieci anni** grazie alla spinta di mercati verticali come la mobilità, le comunicazioni aziendali, l'espansione delle reti mobili e la connettività. Con questa nuova missione, HISPASAT si concentra su questi verticali e rafforza il suo impegno nel continente americano, che rappresenta oltre il 65% delle sue entrate.

HISPASAT ha raggiunto numerosi accordi commerciali per il noleggio di capacità a lungo termine con operatori e fornitori di servizi nei settori della connettività governativa e aerea. Questi accordi rappresentano quasi il 30% della capacità imbarcata su Amazonas Nexus.

Sostegno all'industria spaziale spagnola

Si prevede che la partecipazione dell'industria spagnola ad Amazonas Nexus avrà la massima importanza, imbarcando diversi equipaggiamenti prodotti da società spagnole, come è avvenuto per i satelliti della flotta di HISPASAT. L'operatore mantiene il suo impegno come traino per l'industria aerospaziale spagnola, avendo consentito l'accesso ai mercati internazionali dei satelliti per le telecomunicazioni. In questo contesto, vale la pena notare che oltre 1.000 milioni di euro di investimenti sono stati impegnati da produttori satellitari internazionali in Spagna, a causa del programma di rimpatrio industriale messo in atto da HISPASAT sin dalla sua fondazione.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *