Cerca nel blog

giovedì 8 gennaio 2015

L'Unione Europea lancia l'Anno Europeo per lo sviluppo 2015


Il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro: l'Unione Europea lancia l'anno europeo per lo sviluppo 2015

Roma, 8 gennaio 2015 - Con l'inizio del 2015 si apre anche l'Anno Europeo dello Sviluppo (EYD2015) − un anno dedicato a far crescere la consapevolezza e l'impegno di tutti gli europei nei confronti dei diversi progetti a sostegno della cooperazione da parte dell'Unione Europea e a favore del dibattito sul tema intorno al motto "il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro". Il tema dell'anno europeo 2015 è stato proposto dalla Commissione Europea e accolto unanimamente dal Parlamento e dal Consiglio d'Europa. Rappresenta un'occasione per mettere in mostra l'impegno forte dell'UE e dei suoi Stati Membri per eliminare definitivamente la povertà a livello mondiale.

Quest'anno promette di avere un vasto significato a favore della causa dello sviluppo grazie al coinvolgimento di un ampio schieramento di stakeholders coinvolti in decisioni cruciali per la definizione di politiche di sviluppo, ambientali e di prevenzione dei cambiamenti climatici. Il 2015 è stato individuato come la data per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (MDGs) e come l'anno in cui tutte le discussioni in corso relativamente allo scenario post 2015 troveranno sistemazione in un unico quadro di riferimento per l'eradicazione della povertà e lo sviluppo sostenibile che sarà presentato a Settembre in occasione dell'Assemblea generale delle Nazioni unite.

Il 2015 è anche l'anno in cui si deciderà a Parigi un nuovo accordo internazionale sui cambiamenti climatici.

EYD2015 metterà insieme giovani, politici, società civile, l'industria, il mondo accademico e della ricerca e singoli soggetti influenti per un'attenta analisi e messa a fuoco sui rispettivi obiettivi di sviluppo. È la prima volta che un anno Europeo si focalizza su un tema di relazioni esterne.

"Scopo dell'Anno europeo per lo Sviluppo è di informare i cittadini europei sullo sviluppo e la cooperazione mettendo in luce i risultati che l'Unione, agendo congiuntamente con gli Stati Membri ha raggiunto operando come attore globale", ha dichiarato Neven Mimica, il Commissario europeo alla Cooperazione e allo Sviluppo Internazionale.

"Abbiamo bisogno di alzare il livello di consapevolezza sui benefici che derivano per entrambi dagli interventi di cooperazione dell'UE: per i Paesi beneficiari ma anche per i cittadini europei. Si tratta dell'occasione della vita per poter mettere sotto i riflettori mondiali i temi dello sviluppo e spero che la gente da tutta l' Europa si unisca a noi e partecipi all'anno Europeo".

EYD 2015 presenta un calendario pieno di eventi a tutti i livelli: Europeo, dei singoli Stati Membri e a livello locale così che ciascuno possa essere coinvolto. Il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, lancerà l'anno Europeo 2015 in una cerimonia di apertura di altissimo livello che si terrà a Riga il prossimo 9 gennaio.

Alla cerimonia di apertura farà seguito un evento internazionale dedicato ai temi di genere il 2 marzo, una marcia sulla distanza dei 20 km a Bruxelles a maggio e un'iniziativa a livello Europeo legata ad un concorso creativo come fu quello per la creazione del video "Shining Stars of Europe".

Ulteriori momenti di attenzione nei diversi 28 Paesi Membri comprendono le 28 date delle Kapuscinski lectures, i seminari internazionali promossi dedicati ai temi dello sviluppo lanciato per la prima volta nel 2009 (una per ogni Stato Membro), la presenza dell'anno europeo 2015 ad Expo Milano e la consegna del premio giornalistico Lorenzo Natali.

EYD2015 presenterà una vasta gamma di opportunità nel campo creativo per il coinvolgimento della popolazione all'interno dei diversi Stati da progetti artistici e di sviluppo ad attività formative per le scuole e le università fino ad eventi sportivi di grande portata.

Ogni mese dell'anno sarà dedicato ad uno specifico tema: gennaio sarà dedicato alla posizione dell'Europa a livello mondiale, febbraio sarà dedicato all'educazione, marzo riguarderà i temi legati al genere, aprile sarà il mese della salute.

Con attività che variano da conferenze di altissimo livello ad attività molto semplici e di base, EYD2015 rappresenta un'opportunità per coinvolgere ulteriormente i cittadini europei sui temi dell'aiuto allo sviluppo e la cooperazione.

Per ulteriori informazioni sul calendario di eventi dell'Anno Europeo dello Sviluppo potete visitare il sito https://europa.eu/eyd2015/en

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *