Cerca nel blog

venerdì 9 gennaio 2015

RASSEGNA LETTERARIA VISIONI PERIFERICHE. LABORATORIO URBANO MAT TERLIZZ. 15 GENNAIO ORE 20.00

"Gli esseri viventi, compreso i vegetali, emigrano e si spostano sempre e si sono fermati dove hanno trovato una buona condizione di vita. Alcuni poi tornano nel posto dal quale sono partiti perché non hanno trovato di meglio o perché preferiscono morire nel luogo in cui sono nati".
Da "Storie di un operatore sociale" di Giuseppe Arrivo

Prosegue la rassegna letteraria "Visioni periferiche" con la presentazione di due libri e molteplici itinerari di viaggio. Gli autori, Giuseppe Arrivo e Lillo Favia, hanno percorso strade parallele finché non si sono rincontrati nella narrazione. "Storie di un operatore sociale" e "Come meta il viaggio" raccontano di viaggi, attraverso persone e luoghi per ritrovarsi diversi.

"Storie di un operatore sociale" è una raccolta di nove racconti ambientati nel mondo del sociale, attraverso gli occhi e le riflessioni di un operatore sociale impegnato in servizi o progetti che si occupano di povertà estrema, sfruttamento, sofferenza psichica, dipendenze e prevenzione tra gli adolescenti. I racconti si interrogano sulla complessità della realtà per cercare di trovare soluzioni sostenibili o imparare a stare accanto alle persone, prima che alle categorie sociali.

"Come meta il viaggio" percorre avventure e disavventure di ragazzi alle prese con la ricerca di alternative agli stili di vita proposti dalla società. Il rifiuto e l'allontanamento dalla famiglia o dalle difficoltà familiari passa attraverso la sperimentazione di droghe, le amicizie, l'identificazione con il gruppo e le sottoculture, il viaggio, l'espressione artistica, musicale e creativa, la vita di strada. Lo scenario è quello barese e delle città italiane ed europee negli anni '90.

Il nodo dei due autori è rappresentato dalla società che incornicia le differenti esperienze di vita. Ognuno con la propria storia di strada e di formazione decide di mettersi in gioco e di cambiare la situazione.

Se la visione centrale è adibita alla percezione dei particolari e dei colori, la visione periferica rappresenta il resto del campo visivo e permette di percepire ciò che sta intorno all'immagine fissata. Essa coglie la presenza, il movimento, in bianco nero o con poca luce o il colore degli oggetti al di fuori della linea diretta di visione.
Proprio a partire da questa modalità visiva, il Gruppo di Lettura e il Collettivo Zebù converseranno con entrambi gli autori ripercorrendo la tematica della migrazione come ricerca di una buona condizione di vita. 

Alice Lattanzi, Michela Pellegrini e Rossella Tamborra leggeranno stralci da entrambi i libri. 

Raffaella Martorelli traccerà suggestioni di viaggio attraverso le sue fotografie.


Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *