Cerca nel blog

martedì 13 dicembre 2016

Esoscheletro: La tecnologia che trasformerà le fabbriche del futuro

L'automazione e l'intelligenza artificiale spianano la strada alla collaborazione uomo-robot, secondo il gruppo Visionary Innovation di Frost & Sullivan 

MILANO – 13 dicembre 2016 – Gli esoscheletri, sia passivi che attivi, assisteranno ad una maggiore adozione in tutti i settori, tra cui automobilistico, manifatturiero, della Difesa e della sanità

Nelle fabbriche, possono favorire i lavoratori, migliorare l'ergonomia e offrire sicurezza aumentando l'automazione, migliorando così la qualità, riducendo gli sprechi e diminuendo i livelli di assenteismo dovuti agli infortuni. 

Comprendere i costi, i benefici e il ritorno sull'investimento (ROI) dell'integrazione degli esoscheletri nelle catene di montaggio potrebbe inoltre essere il primo passo verso la collaborazione uomo-robot.

"Gli esoscheletri rivestiranno un ruolo critico nel futuro delle fabbriche intelligenti", osserva Vijay Natarajan, analista del gruppo per l'Innovazione Visionaria di Frost & Sullivan. 

"Entro il 2020, le aziende nella maggior parte dei settori utilizzeranno una qualche forma di tecnologia dell'esoscheletro ed è probabile che entro il 2025 concetti come la collaborazione uomo-robot sostituiranno gli esoscheletri, portando ad una maggiore collaborazione tra esseri umani e robot."

Lo studio  intitolato "Analysis of Exoskeleton Technology Implementation in Future Factories" fa parte del programma Visionary Innovation (Mega Trends) Growth Partnership Service di Frost & Sullivan, che esamina le macro tendenze che plasmano il mondo, evidenziando le implicazioni da macro a micro sulle aziende e sulla società. 

Il servizio in abbonamento fornisce approfondimenti su diversi argomenti tra cui: futuro della logistica, analisi comparativa delle città intelligenti, rivoluzione fintech, futuro del lavoro e implicazioni della Brexit.

Per accedere gratuitamente a maggiori informazioni su questo studio e registrarsi per un Growth Strategy Dialogue, un rapporto interattivo gratuito con i leader di pensiero di Frost & Sullivan, si prega di visitare: http://frost.ly/131

Il potenziale per una perfetta integrazione all'interno delle fabbriche, i costi di manutenzione inferiori e un ROI interessante con un periodo di ammortamento inferiore a un anno indicano un'enorme promessa per la tecnologia dell'esoscheletro, anche se alcune sfide rimangono:

·        Attualmente, non ci sono normative che limitino l'utilizzo degli esoscheletri negli stabilimenti industriali. È necessaria la definizione di un quadro normativo adeguato per garantire che i requisiti di sicurezza relativi all'utilizzo della tecnologia siano soddisfatti. 

·        Resta una percezione negativa che le macchine sostituiscano gli esseri umani, invece che aiutarli. Inoltre, il dibattito su chi abbia il controllo, la macchina o l'utente, rappresenta una preoccupazione per la maggior parte degli utenti.

Poiché i notevoli vantaggi economici in termini di produttività e assicurazione per i lavoratori spingono avanti la tecnologia dell'esoscheletro, diversi operatori stanno offrendo soluzioni innovative. 

Questo studio presenta case study su diverse nuove soluzioni di aziende innovative come Noonee, Exso Bionics, Cyberdyne, Active Bionics, Robo Mate Consortium, Lockheed-Martin, Bioservo Technologies e Sarcos.

"L'evoluzione dell'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico alla lunga porteranno a robot intelligenti autonomi che percepiscono l'ambiente circostante e lavorano efficacemente con gli esseri umani per portare a nuovi livelli di efficienza", afferma Natarajan. "In questo senso, gli esoscheletri hanno un ruolo decisamente unico nel futuro delle fabbriche che sfruttano la collaborazione uomo-robot, o cobot."

Chi siamo
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, collabora con i propri clienti per potenziare una visione innovativa che risponda alle sfide globali e alle opportunità di crescita correlate che faranno la differenza per gli operatori del mercato di oggi. 

Per oltre 50 anni abbiamo sviluppato strategie di crescita per le 1000 aziende più importanti a livello globale, le realtà emergenti, il settore pubblico e la comunità degli investitori. La vostra azienda è pronta per la prossima ondata di convergenza industriale, tecnologie dirompenti, crescente competizione, macro tendenze, best practice innovative, clienti in continua evoluzione e mercati emergenti?



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email