Cerca nel sito

martedì 12 settembre 2017

Nasce Walliance, prima piattaforma italiana per investire nell’immobiliare in un click

Debutta oggi la prima piattaforma italiana di Real Estate Equity Crowdfunding, una soluzione elegante per raccogliere fondi e investire, in sicurezza e velocità, nel mercato immobiliare italiano
Walliance è la prima piattaforma tutta italiana di equity crowdfunding appositamente dedicata al Real Estate. Il mercato globale si sta muovendo in questa direzione da qualche anno ormai e finalmente anche l'Italia sarà al passo con i tempi grazie ad una piattaforma in grado di offrire ai risparmiatori italiani la possibilità di investire concretamente nell’immobiliare, partendo con quote di capitale da 500 Euro.

Il progetto è radicalmente innovativo: grazie alla formula dell’equity crowdfunding, accuratamente regolamentata dal legislatore italiano, l’impegno finanziario dell’investitore ottiene garanzie di trasparenza e controllo. All’autorizzazione conseguita da Walliance a marzo 2017 presso Consob, l’Autorità Italiana che Regolamenta e Vigila sui mercati Finanziari, è seguito infatti un costante lavoro di perfezionamento della piattaforma e di accurata selezione delle proposte (fino ad oggi sono stati sottoposti al vaglio progetti per ben 170 milioni di Euro) e finalmente la nuova piattaforma diviene attiva oggi, 12 settembre, aprendo la possibilità di investire direttamente nella prima iniziativa immobiliare.

Walliance è una startup trentina che nasce da una visione ben precisa del Gruppo Bertoldi: sviluppare il mercato del crowdfunding italiano. Il primo progetto in cui la crowd potrà subito investire sarà un progetto residenziale localizzato proprio a Trento, per una raccolta fondi pari a 500.000 euro, cui si aggiungono due progetti per 1,83 milioni di euro, visionabili grazie all’esclusiva modalità preview. Il progetto di Trento è sviluppato dal Gruppo MAK di Lavis e prevede la trasformazione di un ex edificio scolastico in 25 appartamenti da 1 a 3 stanze, per un intervento di oltre 10 milioni di euro e 8562 metri cubi. Il ritorno sull'investimento complessivo per i crowdfunders è previsto nella misura del 16,74% (ovvero con un investimento di 500 euro se ne potranno ottenere 583,70).  

Perché iscriversi a Walliance?
La piattaforma seleziona progetti immobiliari ad alto potenziale e li propone ai sottoscrittori nella maniera più trasparente: a planimetrie, business plan e documentazione varia si aggiungono un dettagliato resoconto, compreso di storico, della società offerente, e persino la possibilità di calarsi direttamente all’interno dell’area cantiere con immagini a 360º.  

Quali invece le opportunità per coloro che decidono di avvalersi di Walliance per lanciare il proprio progetto?
Il crowdfunding si sta progressivamente confermando quale apprezzato strumento non convenzionale per accedere a risorse finanziarie. Ponendosi parallelamente al sistema finanziario tradizionale, fornisce strumenti più snelli per l’approvvigionamento di capitali.  

"Il nostro focus, come detto, è l’immobiliare: Walliance apre a tutti, ma proprio tutti – ha commentato il CEO Giacomo Bertoldi - la possibilità di partecipare alla crescita di un asset tradizionalmente dedicato agli investitori più abbienti. In questo momento storico di ripresa del mercato immobiliare italiano - che il CBRE, tra le più importanti agenzie mondiali di consulting e d’investimento nel settore, ha quantificato in un +110% per il secondo trimestre 2017, per un totale di 5,8 miliardi di euro raccolti nel primo semestre dell’anno  – non c’è miglior strategia d’investimento che diversificare il proprio portfolio con una partecipazione diretta nel Real Estate. Con Walliance, questo sogno di fine estate diventa finalmente alla portata di tutti".

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI