Corriere del Web

Cerca nel blog

giovedì 25 febbraio 2016

Dati dell'Osservatorio Minibond del Politecnico di Milano 25 febbraio 2016

Minibond: strumenti per aziende solide e dalle buone prospettive di crescita
Dati confermati in occasione della presentazione del II Report Italiano sui Mini-bond dell'Osservatorio Minibond del Politecnico di Milano il 25 febbraio 2016

L’andamento positivo delle emissioni che aveva caratterizzato tutto il 2015 continua con il nuovo anno: questi primi mesi del 2016 non hanno fatto altro che confermarlo. 
Tre, in particolare, i trends che hanno caratterizzato le emissioni di minibond nel 2015 e che sono confermati, come da attese, anche in questi primi due mesi dell'anno. 
  • riduzione del tasso di interesse (ormai stabilmente sotto il 6%)
  • riduzione del taglio medio (inferiore a 10 M€)
  • riduzione della maturity media (mediamente in un intorno di 5 anni)
L’aspettativa è che anche il 2016 possa proseguire allo stesso modo per consentire che questo nuovo strumento, diventi sempre più un effettivo canale di finanziamento alternativo e completare al credito bancario. 
Alcuni dati interessanti rappresentati il 25 febbraio 2016 in occasione della presentazione del "II Report Italiano sui Mini-bond" dell’osservatorio del Politecnico di Milano,  indicano chiaramente che, mediamente, le imprese che finalizzano un processo che vede la sottoscrizione di un minibond hanno una marginalità operativa assai interessante (EBITDA ampiamente superiore al 10%) e in crescita negli ultimi esercizi antecedenti l'emissione. Allo stesso modo i principali indici di bilancio mostrano una buona solidità patrimoniale costante nel tempo. 
Appare quindi evidente come gli investitori professionali interessati a questo nuovo strumento puntino ad aziende che, da un lato già mostrano buone performances storiche e, dall’altro siano in grado di dimostrare attraverso un business plan solido, credibile e strutturato, opportunità di crescita e di sviluppo concretamente realizzabili. 
Tali imprese coincidono con lo stesso target delle principali banche italiane che sempre più sono alla ricerca di un incremento dei loro impieghi su clienti che hanno le stesse caratteristiche. 
Una progressiva riduzione dei tassi di interesse applicati ai minibond appare quindi realistica per consentire che gli stessi siano, in qualche misura, paragonabili ad operazioni di finanza tradizionale messa a disposizione dal circuito bancario. 
“E’ indubbio che uno spread tra lo strumento bancario "tradizionale" e il minibond continuerà a permanere - commenta Andrea Silvello, AD di Business Support, nonché ideatore e fondatore del portale MinibondItaly.it - Ritengo peraltro che non sia certamente corretto limitare la scelta del più idoneo strumento di finanziamento al solo costo. La caratteristiche stesse del minibond e dei suoi sottoscrittori “tipici” (fondi di investimento) fanno si che lo stesso vada valutato in un’ottica più ampia e non in alternativa, ma al contrario, come strumento complementare ai finanziamenti messi a disposizione dalle banche”. 
Ricordiamo che attraverso il portale MinibondItaly.it è possibile essere costantemente informati su tutto ciò che riguarda i Minibond: notizie, spunti, eventi e riflessioni. Il solo sito dove professionisti e imprese interessate al mondo dei minibond possono trovare tutte le informazioni – costantemente aggiornate – per monitorare in maniera continua ed efficace l’evoluzione del mercato.
Il portale è stato realizzato da Business Support Spa, advisory boutique specializzata nell’offerta di servizi di consulenza aziendale e finanziaria alle imprese, alle banche e ai fondi di investimento, con un focus particolare rivolto al mercato delle PMI.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *