Cerca nel blog

lunedì 3 aprile 2017

Altre Storie si presenta e annuncia una divisione dedicata alla distribuzione cinematografica


Altre Storie, società di produzione cinematografica e televisiva, amplia il suo ambito di attività e da aprile apre una divisione interamente dedicata alla distribuzione cinematografica.

Il cuore di tutti i progetti Altre Storie è nella parola 'storie'.

Nel 2014 la società ha iniziato con la costruzione di una factory di giovani autori, con cui percorrere un cammino condiviso, fondato sull'importanza della narrazione.

Da allora ha sviluppato produzioni cinematografiche e avviato la scrittura di progetti televisivi con una costante attenzione alla sperimentazione e ai linguaggi del futuro.


Nel 2016 ha lanciato l'operazione "i baby del cinema", iniziando una ricerca su registe e registi under 25 per la realizzazione dei loro primi film brevi: cortometraggi, pianificati e prodotti come i lungometraggi, strategici sia per selezionare sia per valorizzare nuovi talenti italiani.

Tutto questo perché in Altre Storie c'è una certezza: "c'è sempre una Nouvelle Vague da scoprire…".

Frutto di questo percorso sono i dieci titoli che compongono il 'cantiere della narrazione' Altre Storie: La buona uscita, opera prima di Enrico Iannaccone, prodotta con Mad Entertainment, Ik Media e Zazen Film con il contributo del MiBACT, il documentario Ab Urbe Coacta di Mauro Ruvolo, in concorso all'ultimo Festival di Torino; l'opera prima Il giorno più bello per la regia di Vito Palmieri in coproduzione con Clemart e con Rai Cinema e il contributo di Apulia Film Commission, l'opera prima I Promessi di Pierluigi Ferrandini in coproduzione con Paco Cinematografica; l'opera seconda Quel poco che rimane di Pippo Mezzapesa (già regista del film Il Paese delle Spose Infelici) con Rai Cinema e in collaborazione con il MiBACT; l'opera prima di Dario Acocella (già regista dell'apprezzato documentario O Paìs do futebol); il documentario cinematografico dal titolo Troppo amore ti ucciderà per la regia di Giuseppe Bellasalma e Benedetto Guadagno; l'opera prima di Domenico Fortunato Wine to Love in collaborazione con Rai Cinema; l'opera prima Accadde un Giorno di Giulia Steigerwalt e il documentario Extra Time di Carlo Alessandri.

Un progetto culturale ambizioso. Una società di produzione e ora anche di distribuzione cinematografica.

Un centro di ricerca e sviluppo audiovisivo per i nuovi media, dove far germogliare sperimentazioni e nuovi linguaggi.

Questo è Altre Storie, società nata dall'esperienza produttiva e distributiva cinematografica del suo socio fondatore, Cesare Fragnelli, che ne è alla guida.

Altre Storie Distribuzione parte ad aprile con l'obiettivo di percorrere strade distributive consolidate, senza escludere nuove sperimentazioni che tengano presenti gli stimoli provenienti dal mercato attuale.

La società debutterà con un listino di qualità dedicato sia ad autori italiani, sia ad artisti internazionali, premiati nei festival più importanti.

Al timone della distribuzione ci sono giovani professionisti del settore: Carlo Alessandri, nel ruolo di Direttore Theatrical, e Vincenzo Sacco nel ruolo di Direttore Commerciale. 

L'organizzazione generale di Altre Storie Produzione, invece, è affidata a Christian Scacco.

"Per adesso possiamo annunciare l'uscita in sala il 31 maggio di A Tale of Love and Darkness debutto alla regia di Natalie Portman, in collaborazione con Giorgio e Vanessa Ferrero per la loro Film 9, - ha dichiarato Cesare Fragnelli - seguito a giugno da Salaud on t'aime di Claude Lelouch in collaborazione con Rai Cinema, e a luglio da un sorprendente evento cinematografico dedicato ai grandi della musica rock degli anni 70.

Contemporaneamente stiamo lavorando al listino 2017-2018 che annunceremo alle giornate professionali di Sorrento, con una piccola, gustosa anticipazione alle giornate professionali di Riccione.

Possiamo anticipare che torneremo a far divertire il pubblico in sala nei giorni infrasettimanali con grandi eventi in linea con l'esperienza acquisita dal nostro gruppo di lavoro che ha ottenuto già successi importanti (la trilogia legata ai Queen: Live in Budapest, A night in Bohemia, Rock Montreal – Faber in Sardegna & L'ultimo concerto di Fabrizio de André – The Doors Live at the Hollywood Bowl '68 – The Rolling Stone: Crossfire Hurricane – Pompei dal British Museum, ecc) e distribuiremo film di qualità che possano creare un forte legame con il pubblico".



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email