Cerca nel sito

giovedì 20 aprile 2017

Schneider Electric annuncia il nuovo Ecoflair Indirect Air Economizer: abbassa i costi di raffreddamento del Data Center e riduce i capex

  • Componenti modulari prefabbricati semplificano l'installazione e la manutenzione
  • Disponibile in gamme di potenza da 250kW e 500kW per implementazioni in Data Center specifici per cloud e colocation
  • La tecnologia proprietaria di Ecoflair dello scambiatore di calore in materiale plastico (polymer heat-exchanger technology) fornisce un approccio al raffreddamento del Data Center altamente efficiente e conveniente


Milano – 20 aprile 2017Schneider Electric, specialista globale nella gestione dell'energia e nell'automazione, ha presentato oggi la soluzione di raffreddamento Ecoflair Indirect Air Economizer, che utilizza una tecnologia proprietaria di Ecoflair dello scambiatore di calore in materiale plastico (polymer heat-exchanger technology) per offrire un approccio al raffreddamento del Data Center altamente efficiente e conveniente.

Ecoflair risponde alla necessità di mantenere temperature operative ottimali nel Data Center mantenendo i consumi energetici al minimo. Il nuovo sistema può ridurre i costi operativi di oltre il 60% rispetto agli approcci di raffreddamento tradizionali. Questo rende disponibile nel Data Center una maggior percentuale di energia che può essere utilizzata per alimentare apparecchiature IT e migliorare l'indice di efficienza dell'utilizzo dell'energia (PUE). Inoltre, consente di rimuovere attrezzature di raffreddamento dal pavimento del Data Center, liberando spazio prezioso.

"La modularità, insieme ad uno scambiatore di calore proprietario in materiale plastico sono la chiave del successo di Ecoflair," ha spiegato John Nieman, Direttore Product Management, Cooling Solutions di Schneider Electric. "Il design tubolare impedisce la creazione di incrostazioni che comunemente si verificano con scambiatori di calore a piastra. Ciò incide anche nella riduzione delle necessità di manutenzione e migliora le prestazioni durante l'intero ciclo di vita dello scambiatore di calore. Inoltre, il polimero è resistente alla corrosione rispetto ad altri design che utilizzano alluminio rivestito che si corrode se bagnato o una volta esposto agli agenti esterni. Inoltre, si tratta di uno scambiatore di calore modulare che lo rende facilmente sostituibile, qualora si rendesse necessario, minimizzando i tempi di fermo e i disagi".

Disponibile in moduli 250kW e 500kW, Ecoflair è progettato per essere flessibile e offrire maggiori possibilità di personalizzazione secondo le esigenze di raffreddamento e le condizioni contingenti, oltre a consentire un montaggio semplificato, e mantenerne bassi i relativi costi, insieme a quelli di manutenzione.

L'approccio scalabile rende Ecoflair particolarmente adatto per strutture di colocation tra 1 e 5 MW (con moduli da 250 kW) e per i grandi hyperscale Data Center o Cloud fino a fino a 40 MW (con moduli da 500 kW). La modularità consente anche al raffreddamento di crescere alla stessa velocità degli aggiornamenti della potenza, al variare delle esigenze del Data Center, seguendo l'andamento di crescita dei carichi IT.

Ecoflair Indirect Air Economizer può essere implementato in qualsiasi condizione ambientale o climatica del sito in cui si trova il Data Center - la tecnologia risulta adatta per almeno l'80% di tutte le sedi a livello globale.

"Tale capacità di adattamento aiuta i proprietari di Data Center a standardizzare l'architettura di raffreddamento dei loro impianti in tutto il mondo, fornendo design replicabili che velocizzano l'implementazione e riducono i costi operativi e di manutenzione," – ha concluso Massimo Galbiati, Access Floor Sales Director & Data Center Solution Director di Schneider Electric Italia.

Raffreddamento efficiente e costi ridotti

Ecoflair Indirect Air Economizer è in grado di ridurre i costi operativi del 60% rispetto ai sistemi tradizionali basati su tecnologie di raffreddamento ad acqua o a refrigeranti. A un confronto con altri sistemi di pari impostazione, Ecoflair risulta complessivamente più efficiente in termini del 15/20%.

Questa maggiore efficienza offre al cliente ulteriori opzioni di risparmio energetico:

  • Aumentare il carico IT mantenendo invariata l'infrastruttura elettrica. Studi Schneider Electric hanno considerato che tale aumento potrebbe arrivare fino a 30% in più con la stessa infrastruttura elettrica rispetto alle topologie di raffreddamento tipiche, come quelle ad acqua refrigerata o quelle basate su DX.
  • Riduzione del CAPEX complessivo grazie a un'infrastruttura elettrica più piccola e a una distribuzione elettrica più piccola per i minori requisiti di alimentazione di back-up. Schneider Electric indica un risparmio in termini di CAPEX fino al 6% utilizzando Ecoflair.

Per esempio, un Data Center da 1 MW con sede a Londra e dotato di un efficiente sistema di raffreddamento ad acqua refrigerata tradizionale opererebbe con un PUE di 1,14 mentre la stessa struttura dotata di un sistema Ecoflair ridurrebbe il PUE a 1,039. Questo non solo si traduce in un risparmio annuo di € 88.000, ma anche in una maggiore efficienza e ridotte emissioni di carbonio, che sono sempre più importanti in un mondo oggi consapevole e rispettoso dell'ambiente.


 

A proposito di Schneider Electric
Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell'energia e dell'automazione. Con un fatturato di circa 25 miliardi di Euro nel FY2016, i nostri 144.000 dipendenti servono clienti in più di cento Paesi, aiutandoli a gestire la loro energia e i loro processi in modo sicuro, affidabile, efficiente e sostenibile. Dal più semplice interruttore al più complesso sistema di gestione, la nostra tecnologia, i nostri software e servizi migliorano il modo in cui i nostri clienti gestiscono ed automatizzano le proprie attività. Le nostre tecnologie connesse stanno ridisegnando le industrie, trasformando le città ed arricchendo le nostre vite. In Schneider Electric tutto questo lo chiamiamo Life is On.
www.schneider-electric.it

La divisione IT di Schneider Electric, nata dall'acquisizione di APC nel 2007, è leader mondiale dei servizi per l'alimentazione ed il condizionamento di precisione, con un'offerta di prodotti, software e sistemi per applicazioni domestiche, aziendali, Data Center e ambienti industriali. www.apc.com/it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI