Cerca nel sito

lunedì 17 luglio 2017

Ford celebra il World Emoji Day



o   Ford celebra il World Emoji  Day, la giornata internazionale dedicata alle 'faccine' più famose di sempre, così popolari da essere diventate protagoniste di una pellicola cinematografica (The Emoji Movie), che arriverà in Italia alla fine del mese di settembre

o   Gli emoji, però, non dovrebbero mai 'viaggiare' quando ci si trova al volante. Uno studio condotto nel 2016 ha, infatti, rivelato che il 22% dei giovani europei ha ammesso di avere la cattiva abitudine di inviare emoji quando si trova alla guida. Distrazione che può essere tra le maggiori cause che concorrono a rendere i Millennial il 15% delle vittime complessive coinvolte in incidenti stradali fatali in Europa

o   L'Ovale Blu, nell'ambito del Ford Driving Skills For Life (www.drivingskillsforlife.it), il programma di corsi gratuiti di guida responsabile, che rappresenta l'impegno del brand in tema di Corporate Social Responsibility, ha lanciato la campagna Don't Emoji and Drive, con l'intenzione di ricordare agli automobilisti che, anche solo inviare un'emoji, è una pericolosa fonte di distrazione, che può avere serie conseguenze per sé stessi e per gli altri

Colonia, Germania, 17 luglio 2017 – Ford celebra il World Emoji Day, la giornata internazionale dedicata alle 'faccine' più famose di sempre, così popolari da essere diventate protagoniste di una pellicola cinematografica (The Emoji Movie), che arriverà in Italia alla fine del mese di settembre.

Il film in 3D descrive un mondo immaginario, chiamato Textopolis, con una sua dimensione vitale, raffigurata all'interno di ogni smartphone attraverso i diversi emoji, che riproducono fedelmente un'unica emozione e personalità. Il personaggio principale Gene, emoji curioso e dubitativo, inizia un viaggio alla ricerca di una dimensione alternativa a quella del proprio ambiente di appartenenza, dove potersi esprimere diversamente…come andrà a finire?

Una cosa è certa, gli emoji non dovrebbero mai 'viaggiare' quando ci si trova al volante. Uno studio condotto nel 2016 ha, infatti, rivelato che il 22% dei giovani europei ha ammesso di avere la cattiva abitudine di inviare emoji quando si trova alla guida. Distrazione che, in effetti, può aiutare a comprendere il perché siano i Millennial - ragazzi di età compresa tra i 18 e i 24 anni, che rappresentano l'8% della popolazione che guida – a essere il 15% delle vittime complessive coinvolte in incidenti stradali fatali in Europa.


A tal proposito, l'Ovale Blu, nell'ambito del Ford Driving Skills For Life – DSFL, il programma di corsi gratuiti di guida responsabile, che rappresenta l'impegno di Ford in tema di Corporate Social Responsibility, ha lanciato la campagna Don't Emoji and Drive, veicolata attraverso sia i tradizionali canali di comunicazione sia i social media, con l'intenzione di ricordare agli automobilisti che, anche solo inviare un'emoji è una pericolosa fonte di distrazione, che può avere serie conseguenze per sé stessi e per gli altri.

In Italia, il DSFL è stato lanciato nel 2013 e ha toccato, fino a oggi, sette città (Roma, Milano, Napoli, Palermo, Padova, Pavia, Monza), coinvolgendo in totale oltre 2.500 ragazzi, che hanno potuto acquisire maggiore consapevolezza e responsabilizzazione alla guida, per evitare le distrazioni, imparare a riconoscere tempestivamente i pericoli, controllare il veicolo in situazioni d'emergenza e gestire gli spazi e la velocità. L'edizione di quest'anno, apertasi con la tappa di Roma, lo scorso mese di maggio, alla quale hanno partecipato 320 "giovani conducenti", proseguirà a Palermo il prossimo ottobre. 





--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI