Cerca nel sito

martedì 25 luglio 2017

OptoForce prosegue la sua attività di sviluppo e annuncia il lancio di nuovi prodotti e applicazioni


L'azienda entra a far parte della IFR (International Federation of Robotics)

25 Luglio 2017, Budapest (Ungheria) – OptoForce, azienda specializzata nel settore della robotica, prosegue nella sua crescita e annuncia il lancio di due nuove versioni del suo sensore multiassiale: HEX-E e HEX-H. Contemporaneamente a questo lancio, OptoForce distribuirà un serracavi e un'unità di elaborazione, nonché metterà a disposizione applicazioni per i suoi sensori per l'inserimento di lampade e connettori. 
Caratterizzati dalle più recenti innovazioni realizzate dall'azienda, i due sensori sono leggeri, robusti e facili da installare. Una volta installati, questi sensori a 6 assi OptoForce introducono il senso del tatto nei robot che, in questo modo, possono eseguire lavori ad alta precisione, come la lucidatura o l'inserimento di bulloni. 
I sensori HEX-E e HEX-H presentano funzioni di calibrazione migliorate, a garanzia di una maggiore precisione, inoltre sono dotati di una piastra di montaggio, in grado di sostenere un sovraccarico 5 volte maggiore (in precedenza era doppio), e di una nuova unità di elaborazione più potente che li rende compatibili con i dispositivi di Universal Robots, KUKA e ABB. 
Disponibili allo stesso prezzo delle versioni precedenti, questi sensori arriveranno sul mercato all'inizio di Agosto e andranno a sostituire i vecchi modelli. Tutte le applicazioni esistenti saranno compatibili con i sensori, esattamente come le nuove (inserimento di una lampadina o un connettore).
"Abbiamo aggiornato i nostri sensori con l'obiettivo di offrire ai nostri utenti un'esperienza ai massimi livelli. Ogni sensore sarà caratterizzato da una maggiore protezione contro i sovraccarichi e nuove piastre di montaggio integrate che renderanno i sensori compatibili con i robot a marchio KUKA e ABB. La nuova unità di elaborazione garantisce una potenza di elaborazione maggiore", ha dichiarato Ákos Dömötör, CEO di OptoForce.
Oltre ai nuovi sensori, OptoForce fornirà un serracavo, ruotato di 90°, per proteggere i cavi da danneggiamenti, e un'unità di elaborazione che sostituisce i vecchi convertitori Ethernet, con conseguente miglioramento della potenza di elaborazione.
La filosofia dietro ai suoi prodotti di qualità e una robotica avanzata hanno consentito a OptoForce di entrare a far parte della IFR (International Federation of Robotics) in qualità di fornitore. L'azienda parteciperà ai prossimi incontri della federazione, incentrati su argomenti che riguardano il settore dei robot e le relative statistiche... "L'adesione all'IFR è un ottimo modo per comprendere a fondo i vari mercati e le rispettive esigenze", ha concluso Ákos Dömötör, CEO di OptoForce.

La storia dei sensori OptoForce 
I fondatori di OptoForce, all'epoca studenti universitari, stavano lavorando a un robot deambulante, ma avevano diversi problemi relativi al peso, alla rigidità e al costo dei sensori di forza multiassiali allora disponibili. Per risolvere questi problemi, crearono un prototipo degli attuali sensori che utilizzava la luce infrarossa per rilevare le deformazioni del guscio siliconico. Questo approccio unico e radicalmente nuovo costituisce la base dell'attuale soluzione OptoForce e garantisce misurazioni precise anche con sovraccarichi del 200%.  
Per maggiori informazioni: www.OptoForce.com 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI