Cerca nel sito

sabato 29 luglio 2017

Stadi, pay-tv, merchandising: ecco quanto spendono gli italiani per il calcio

Stadi e pay-tv, un tifoso di calcio su due prenota un posto in prima fila

 

Secondo i dati dell'Osservatorio di agosto di Findomestic gli italiani spendono in media 284 euro per l'abbonamento alla squadra del cuore, 72 euro per il merchandising e 337 euro per la scuola calcio dei figli

 

Stadi e divani pieni per la prossima stagione calcistica: secondo i dati dell'Osservatorio Findomestic di agosto, realizzato in collaborazione con Doxa, il 37% degli appassionati si abbonerà alla pay tv appositamente per guardare le partite di pallone mentre il 6% farà l'abbonamento allo stadio pagando in media 284 euro per un posto garantito sugli spalti. Insomma: quasi un tifoso su due quest'anno non rinuncerà a un posto fisso 'in prima fila'.

 

LA SPESA PER IL MERCHANDISING. Lo studio Findomestic analizza le principali voci di spesa che i nostri connazionali riservano all'amatissimo calcio. Sul fronte del merchandising, negli ultimi 12 mesi il 21% dei calciofili ha acquistato magliette, bandiere e gadget per una cifra media pro capite di 72 euro.

 

ALLO STADIO: PERCHÉ SÌ E PERCHÉ NO. Per quanto riguarda gli abbonamenti allo stadio i più 'spendaccioni' risultano essere i 35-44enni, con un esborso di 317 euro a testa; la spesa media scende a 271 euro nella fascia fra i 45 e i 64 anni e a 230 euro tra i tifosi più giovani, quelli di età compresa fra i 18 e i 34 anni. L'Osservatorio Findomestic dimostra che la maggior parte (precisamente il 60%) preferisce un'unica soluzione di pagamento, mentre il 21% sceglie la rateizzazione. Tra i tifosi che fanno a meno dell'abbonamento allo stadio, il 29% dichiara che si trova troppo lontano da casa, il 27% sostiene che sia una spesa troppo costosa, il 26% preferisce guardare le partite in tv e il 14% afferma che gli stadi non sono luoghi sicuri.

 

PAY-TV, COSTOSA MA NON TROPPO. Se il 48% degli appassionati di calcio è certo di non sottoscrivere un abbonamento alla pay tv, rinunciando ai match della squadra del cuore tra le mura di casa, tra questi solo il 36% ritiene che rappresenti una spesa eccessiva, come emerge dai dati raccolti da Findomestic.

 

LA SCUOLA CALCIO DEI FIGLI. L'amore per il calcio accomuna genitori e figli non solo allo stadio o davanti alla tv. Il 23% dei tifosi interpellati da Findomestic, infatti, ha almeno un figlio che gioca a pallone: una passione che costa a mamma e papà 337 euro all'anno in media.

 

IL TOTO-SCUDETTO. Nel bel mezzo della sessione estiva di calciomercato, è già scattato il rito del toto-scudetto: secondo il 54% dei tifosi interpellati la Juventus, Campione d'Italia in carica, è la favorita alla conquista del Campionato di Serie A. L'indagine di Findomestic conferma anche la predominanza di tifosi bianconeri in Italia: il 29%, infatti, è un sostenitore delle Vecchia Signora, davanti a Inter (16%), Milan (15%), Napoli e Roma (appaiate al 7%).

 

FIDUCIA E INTENZIONI DI ACQUISTO. L'Osservatorio Findomestic, come sempre, esamina anche i principali segmenti di mercato in Italia e, in tema di fiducia e intenzioni di acquisto, rileva un ulteriore peggioramento del livello di soddisfazione nei confronti della situazione del Paese (-0,1%): si tratta del punto più basso registrato da oltre un anno a questa parte.

 

VEICOLI, MERCATO STABILE. Dopo una lunga fase di ascesa, subisce una leggera frenata il settore dei 'veicoli': se le intenzioni di acquisto di auto nuove si dimostrano stabili rispetto al mese precedente (con un saldo positivo dell'1.7% rispetto a 12 mesi fa), sono tuttavia in lieve calo le previsioni per auto usate (-0,5%) e moto e scooter (-0,2%).

 

BOOM MOBILI E CASA PROTAGONISTA. Andamento favorevole per il comparto 'casa/arredamento': in un solo  mese crescono dell'1,3% le intenzioni di acquisto di mobili e dello 0,9% gli interventi di ristrutturazione preventivati. Stabili, invece, le abitazioni. E a livello tendenziale l'intero comparto riprende quota dopo un avvio di anno piuttosto complicato.

 

L'HI-TECH VA AL MASSIMO. L'Osservatorio Findomestic testimonia l'impennata del comparto 'informatica, telefonia e fotografia' sia a livello tendenziale che congiunturale. A guidare la crescita delle intenzioni di acquisto sono i pc e gli smartphone: i primi fanno segnare un +1,2% rispetto al mese scorso e un +2,4% rispetto a un anno fa, mentre i secondi volano a +1,8% in un solo mese. Fotocamere e tablet fanno registrare crescite più contenute.

 

ELETTRODOMESTICI OK. Segno positivo anche per elettronica di consumo, piccoli e grandi elettrodomestici. Crescono principalmente le intenzioni di acquisto di piccoli elettrodomestici; stabili o in lieve aumento grandi elettrodomestici ed elettronica di consumo.

 

ENERGIA NEGATIVA. Prosegue il trend negativo del comparto 'efficienza energetica'. Rispetto al mese di giugno calano soprattutto gli intenzionati ad acquistare infissi e impianti fotovoltaici (-0,8% per entrambi). A livello tendenziale il calo è più marcato per infissi e per gli impianti fotovoltaici e solari.

 

VOGLIA DI ARIA APERTA. Confermato l'ottimo stato di salute del comparto 'tempo libero' che cresce sia a livello congiunturale che, soprattutto, tendenziale. L'incremento maggiore si registra – rispetto all'anno scorso – per la voce attrezzature e abbigliamento sportivo con uno straordinario +4,7%.




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI