Cerca nel blog

mercoledì 31 ottobre 2018

Il bioparco Zoom Torino esce dalla fase di start-up

Il bioparco Zoom Torino esce dalla fase di start-up

 

L'investment bank Oaklins Arietti ha coordinato l'operazione che ha permesso alla holding familiare Immersive Society di riacquisire il 100% delle quote dai fondi Ersel e Invitalia Ventures

 

 

Mercoledì 31 ottobre 2018 - Si è conclusa l'operazione con Ersel Asset Management e Invitalia Ventures da parte del socio fondatore del bioparco ZOOM TorinoLa famiglia Casetta, che tramite la propria holding Immersive Society ha riacquisito il 100% delle quote, ringrazia i due fondi per aver supportato la società nella sua fase di start-up e per aver contribuito allo sviluppo e alla crescita del bioparco, una scelta molto coraggiosa in quanto ZOOM rappresenta il primo esempio di bioparco immersivo in Italia.

 

L'operazione è stata coordinata dal team dell'investment bank Oaklins Arietti, guidato dal Partner Enrico Arietti e Director Paolo Russo, che ha assistito Ersel Asset Management, Invitalia Ventures e Immersive Society in qualità di advisor, mentre lo Studio Pedersoli e l'avv. Giovanni Luca Serino di Labjus ne hanno curato gli aspetti legali.

 

«Ringrazio - dichiara Gian Luigi Casetta, fondatore del bioparco - il team di Ersel e di Invitalia Ventures per la strada percorsa insieme. E' stato un vero piacere avere a fianco dei partner intraprendenti e lungimiranti come loro. In questi anni abbiamo visto il parco ampliarsi, crescere in numero di dipendenti, arrivati a 150, e affermarsi come eccellenza del territorio, riconosciuta sia per la qualità dei servizi e della proposte offerti sia per l'impegno scientifico e la formazione che si è tradotto in oltre 100 tesi, con Università di tutta Italia, e 20 pubblicazioni scientifiche internazionali. Da oggi - prosegue Casetta - continuerò a percorrere la strada che ho delineato nel 2009 (anno di apertura del parco) continuando a far crescere questa realtà nella quale credo fortemente per la sua valenza turistica, culturale ed educativa. Nel 2019 il parco festeggerà il suo decennale e lo staff, sempre più professionale e unito, sono sicuro sia pronto per il nuovo step».

 

Gli investimenti dei fondi unitamente alle risorse dell'imprenditore e del sistema bancario, in 10 anni, hanno permesso di arrivare ad avere un parco con 9 habitat terrestri e 2 habitat acquatici, che riproducono fedelmente ambientazioni asiatiche e africane dove gli animali ospitati vivono in assenza di gabbie separate dai visitatori solo da barriere naturali, come l'acqua. Un asset innovativo, unico per la realizzazione delle aree acquatiche all'interno di una struttura zoologica, che permette di far vivere al visitatore un viaggio alla scoperta di mondi lontani e delle problematiche della natura, sempre in linea con la mission del parco che vede l'edutainment come principio al quale puntare. Oggi ZOOM supera le 300mila visite l'anno e raggiunge circa gli 8 milioni di euro di fatturato annui ed è a tutti gli effetti una eccellenza del territorio in quanto realtà turistica di qualità e di destinazione (con oltre il 30% delle visite che arriva da fuori Piemonte).

 


***

Zoom Torino è il primo bioparco immersivo d'Italia. Niente reti, gabbie e cancelli, ma cespugli e vasche d'acqua che fungono da barriere naturali. Un percorso che si snoda tra 160.000 metri quadrati, un viaggio emozionante, curioso e sorprendente, alla scoperta di due continenti, l'Africa e l'Asia, dove incontrare gli animali in habitat ricreati ad hoc per loro: Serengeti, Hippo Underwater, Madagascar, Asia, Anfiteatro di Petra, Baia dei Pinguini, Bolder e Malawi Beach, Fattoria del Baobab, Tempio delle Tigri, Lontre di Manakara.

Zoom Torino, membro di EAZA, European Associations of Zoos and Acquaria, l'associazione che riunisce tutte le più prestigiose strutture zoologiche europee, è un bioparco di nuova concezione, lontano dalla vecchia e ormai superata idea di zoo tradizionale, ed ha l'obiettivo di fare conoscere e proteggere gli animali, conservare e difendere le specie a rischio, sostenere la ricerca e approfondire le tematiche ambientali.

 

Oaklins Arietti è il team italiano del network globale Oaklins attivo nel settore dell'Investment Banking, forte di oltre 700 professionisti e 60 uffici nei principali centri finanziari mondiali. Nato nell'ottobre 2016 da M&A International Inc., affianca imprenditori, investitori finanziari ed aziende di tutte le dimensioni in operazioni straordinarie nazionali e cross-border di fusione e acquisizione. I diversi team locali sono rafforzati da specialisti di settore internazionali per fornire un contributo rilevante ad ogni operazione grazie alla loro specifica competenza.

Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *