Cerca nel blog

giovedì 25 ottobre 2018

UE: COLDIRETTI, DA PARLAMENTO STOP A BULLISMO SU AGRICOLTORI

UE: COLDIRETTI, DA PARLAMENTO STOP A BULLISMO SU AGRICOLTORI

Su 100 euro di spesa arrivano agli agricoltori solo 2 euro

 

Stop al "bullismo" dei poteri forti dell'industria e della distribuzione con il via libera del Parlamento Europeo all'avvio di negoziati con il Consiglio dei ministri e la Commissione Ue, per sopprimere le pratiche commerciali sleali dalla catena alimentare. E' quanto afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo che in una lettera inviata ai rappresentanti italiani al Parlamento Europeo aveva chiesto di esprimersi per concedere il mandato negoziale relativo al testo approvato il 1° ottobre sul Progetto di Relazione della commissione agricoltura e sviluppo rurale, sulla proposta di Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti tra le imprese nella filiera alimentare, presentata dalla Commissione europea. E' importante – sostiene Moncalvo - che il relatore del provvedimento il vice presidente della Commissione agricoltura dell'Europarlamento, Paolo De Castro, abbia già annunciato l'immediato avvio delle consultazioni con l'obiettivo di chiudere entro Natale il dossier e approvare così il provvedimento nell'ultima finestra disponibile prima della tornata elettorale di maggio. Si tratta – sottolinea Moncalvo - di un passaggio fondamentale per il futuro del settore agroalimentare europeo che riconosce l'esistenza di un squilibrio commerciale che favorisce le speculazioni lungo la filiera e la necessità di intervenire per garantire un trattamento più equo alle piccole e medie imprese agroalimentari. Per difendere il potere contrattuale degli agricoltori dallo strapotere delle grandi catene distributive è tra l'altro previsto – spiega la Coldiretti - la cancellazione delle condizioni capestro, dalle vendite last minute degli ordini ai ritardi di pagamento delle forniture  alle modifiche non concordate dei contratti   fino ai mancati pagamenti per i prodotti invenduti e alle vendite sotto costo e doppie aste. E' stato introdotto nel provvedimento anche l'anonimato di chi denuncia tali vessazioni e viene data alle associazioni di rappresentanza la possibilità di presentare le denunce per conto dei propri soci. Da anni ormai il settore agricolo europeo – continua Moncalvo – chiede una normativa Ue che miri ad affrontare queste pratiche, per una filiera agricola e alimentare più giusta, più trasparente, più equa e più sostenibile in tutta l'Unione, dalla quale ogni operatore possa trarre beneficio, a partire dai consumatori. Si tratta – precisa Moncalvo - di sanare una ingiustizia profonda rendendo più equa e giusta la catena di distribuzione degli alimenti che vede oggi sottopagati i prodotti agricoli spesso al di sotto dei costi di produzione senza alcun beneficio per i consumatori Su 100 euro di spesa in prodotti agroalimentari freschi come frutta e verdura – conclude Moncalvo - solo 22 euro arrivano al produttore agricolo ma il valore scende addirittura a 2 euro nel caso di quelli trasformati dal pane ai salumi.



Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *