Cerca nel blog

mercoledì 5 luglio 2017

Residenziale: rallenta ancora il calo dei prezzi, -1,1% nel primo semestre 2017

Il costo medio delle abitazioni in Italia è di 1.918 euro al metro quadro

Rallenta ancora la discesa dei prezzi degli immobili residenziali: 
-1,1% nei primi sei mesi del 2017

A Potenza, Milano, Bologna, Firenze e Venezia i valori sono giàin risalita

Milano, luglio 2017  Per la seconda rilevazione consecutiva, il calo dei prezzi degli immobili residenziali in Italia è da record: il -1,1% registrato nei primi sei mesi del 2017 dall'Osservatorio di Immobiliare.it è la nuova riduzione più contenuta degli ultimi tre anni. Confrontando lo scorso giugno allo stesso mese del 2016, i prezzi risultano scesi del 2,3%; ma rispetto a marzo 2017 il valore, in calo di appena lo 0,6%, rivela una solidità del mercato sempre più vicina. 
A giugno 2017 il prezzo delle abitazioni italiane è stato pari a 1.918 euro al metro quadro, valore che però varia nelle tre diverse aree del Paese. Nonostante un'oscillazione semestrale più ampia (-1,5%) rispetto alla media nazionale, il Centro è sempre la zona più cara con prezzi medi pari a 2.305 euro al metro quadro. Al Nord la stabilità del mercato è più vicina che altrove: qui la cifra di 1.938 euro al metro quadro è il risultato di un calo di appena lo 0,7% nell'ultimo semestre ed è stato ancora più ridotto quello degli ultimi tre mesi (-0,4%)
Il primo semestre si chiude per il Sud con un -1,4% dei prezzi immobiliari e la cifra media richiesta è stata di 1.606 euro al metro quadro.
Se per i costi rimane molto ampia la forbice dei valori nei piccoli e grandi centri del Paese, osservando l'andamento dei prezzi delle abitazioni le oscillazioni sono molto vicine fra loro. Nelle città italiane con più di 250mila abitanti il prezzo medio, a giugno, è stato pari a 2.549 euro al metro quadro, contro i 1.671 dei centri più piccoli. Negli ultimi sei mesi l'oscillazione dei valori è stata pari rispettivamente al -1,2% e -1,3%. 

«La prima parte del 2017 ha confermato quello che ci aspettavamo dall'andamento del mercato immobiliare residenziale, con un aumento costante delle compravendite e prezzi delle abitazioni che lentamente si stanno avvicinando alla stabilità - dichiara Carlo GiordanoAmministratore Delegato di Immobiliare.it. - Il ritorno di interesse da parte degli investitori del mattone verso l'Italia ha portato a un'accelerata della ripresa nelle città più ambite come Firenze, Milano, Venezia e Bologna, dove i costi per gli acquisti di abitazioni risultano già in crescita.»
I capoluoghi di regione
Firenze rimane il capoluogo di regione più caro in Italia, con una media dei prezzi richiesti pari a 3.447 euro al metro quadro: come nell'Osservatorio relativo al 2016, anche nella prima parte del 2017 i prezzi delle case fiorentine risultano in aumento(+0,6% su base semestrale). 
I costi del residenziale tornano a crescere anche a Milano, seppur di poco (+0,2% nei primi sei mesi del 2017); il capoluogo lombardo rimane ancora terzo con i suoi 3.221 euro al metro quadro, ma accorcia le distanze nei confronti della seconda in classifica, che è Roma, con una media di 3.265 euro al metro quadro. 
Nella Capitale i prezzi degli immobili residenziali sono ancora in calo e hanno perso l'1,9% nel primo semestre 2017 e il 3,4% nell'ultimo anno.
Nonostante i valori siano mediamente stabili e abbiano perso solo lo 0,6% nell'ultimo semestre, Catanzaro è ancora il capoluogo di regione più economico, con una media di 1.123 euro al metro quadro. 
Ancora più prossimi alla stabilità i costi medi necessari per l'acquisto di un immobile a Campobasso, dove si pagano mediamente 1.179 euro al metro quadro, cifra in calo dello 0,1% nel primo semestre 2017. 
Scendono in modo evidente i prezzi delle case a Perugia: dopo un calo del 3,3% nei primi sei mesi dell'anno, la cifra media richiesta nel capoluogo umbro, pari a 1.247 euro al metro quadro, è la terza più economica fra i capoluoghi di regione.
Le migliori performance del mercato residenziale, oltre che nelle già citate Firenze e Milano, si sono registrate a sorpresa anche a Potenza, dove negli ultimi sei mesi i valori risultano in aumento del 5,6%. Confrontando giugno 2017 con dicembre 2016, i prezzi delle abitazioni sono saliti dell'1,9% a Venezia e 
dell'1,6% a Bologna


Di seguito la variazione dei prezzi ponderati per area geografica: 

giugno 2017
Variazioni

Media di €/mq
12 MESI
6 MESI 
3 MESI 


giu 16-giu 17
dic 16 - giu 17
mar 17-giu 17
Nord
€ 1.938
-1,6%
-0,7%
-0,4%
Centro
€ 2.305
-3,2%
-1,5%
-0,9%
Sud
€ 1.606
-2,8%
-1,4%
-0,8%
ITALIA
€ 1.918
-2,3%
-1,1%
-0,6%

Queste, invece, le variazioni dei prezzi richiesti nei 20 capoluoghi di regione per la tipologia immobiliareresidenziale:

Regione
Città
giu-17
VARIAZIONI


Media di €/mq
12 MESI
6 MESI
3 MESI



giu16-giu17
dic16-
giu17
mar17-
giu17
ABRUZZO
L'Aquila
€ 1.655
-8,3%
-6,2%
-3,8%
BASILICATA
Potenza
€ 1.701
0,5%
5,6%
1,6%
CALABRIA
Catanzaro
€ 1.123
-3,4%
-0,6%
-2,8%
CAMPANIA
Napoli
€ 2.609
-4,7%
-3,5%
-1,5%
EMILIA ROMAGNA
Bologna
€ 2.601
2,5%
1,6%
1,2%
FRIULI VENEZIA GIULIA
Trieste
€ 1.490
0,3%
-0,3%
0,3%
LAZIO
Roma
€ 3.265
-3,4%
-1,9%
-1,3%
LIGURIA
Genova
€ 1.805
-5,8%
-3,4%
-2,2%
LOMBARDIA
Milano
€ 3.221
-1,1%
0,2%
0,1%
MARCHE
Ancona
€ 1.854
-5,5%
-2,5%
0,1%
MOLISE
Campobasso
€ 1.179
-5,8%
-0,1%
4,1%
PIEMONTE
Torino
€ 1.759
-2,5%
-1,6%
-1,5%
PUGLIA
Bari
€ 1.985
-2,8%
-1,4%
-0,9%
SARDEGNA
Cagliari
€ 2.105
-2,3%
-2,1%
-2,2%
SICILIA
Palermo
€ 1.479
-3,6%
-1,7%
-0,7%
TOSCANA
Firenze
€ 3.447
0,9%
0,6%
0%
TRENTINO ALTO ADIGE
Trento
€ 2.518
-1,0%
-0,5%
-0,3%
UMBRIA
Perugia
€ 1.247
-4,8%
-3,3%
-1,2%
VALLE D'AOSTA
Aosta
€ 2.101
-0,5%
-1,7%
-1,8%
VENETO
Venezia
€ 2.875
1,5%
1,9%
0,7%

Fonte dati: Ufficio Studi Immobiliare.it


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email