Corriere del Web

Cerca nel blog

lunedì 28 gennaio 2008

Chi fa sport guadagna 10 anni di vita

Dieci anni più giovani facendo sport: lo dimostra una ricerca inglese

Un'equipe londinese ha studiato 2401 coppie di gemelli
I fratelli sedentari biologicamente più vecchi di quelli sportivi
L'attività fisica rallenta l'accorciamento dei cromosomi
di PASQUALE NOTARGIACOMO


Repubblica Chi pratica sport guadagna 10 anni di vita. Quello che potrebbe sembrare soltanto uno slogan salutista, ha da oggi un fondamento scientifico. È quanto emerge, infatti, da uno studio diretto da Lynn Cherkas del King's College di Londra e pubblicato sugli Archives of Internal Medicine. La ricerca ha preso in esame 2401 coppie di gemelli rilevando uno stretto legame tra l'età biologica e la pratica sportiva. Gli studiosi inglesi hanno utilizzato come unità di misura "i telomeri", le parti terminali dei cromosomi, che si accorciano con gli anni.

Ebbene, da un rapido calcolo è emerso che con circa tre ore e mezza la settimana di attività fisica, l'età del nostro corpo è paragonabile a quella di individui sedentari di dieci anni più giovani. Una relazione ancora più evidente in una coppia di gemelli, dove il fratello sedentario è biologicamente più vecchio di quello che pratica regolarmente attività sportiva.

L'esperimento. I telomeri sono piccoli pezzi di Dna che rivestono e proteggono le estremità dei cromosomi. In quanto tali sono soggetti ad usura e funzionano così da clessidra cellulare, infatti man mano che la cellula invecchia il telomero si accorcia. L'idea alla base dell'esperimento londinese è che stili di vita corretti rallentino l'accorciarsi dei telomeri e quindi lo scorrere del tempo. Per misurare gli effetti anti-età dello sport, Lynn Cherkas e il suo team hanno deciso di prendere in considerazione le coppie di gemelli che sono geneticamente identiche, e quindi possono mettere in luce gli effetti delle abitudini di vita sull'invecchiamento corporeo.

I partecipanti allo studio, 2401 coppie di fratelli, si sono sottoposti a un esame del Dna. I ricercatori hanno così potuto esaminare la lunghezza dei loro telomeri. Gli esperti hanno poi chiesto ai volontari di compilare questionari sul loro stile di vita, abitudine allo sport, fumo, dieta e status socioeconomico.

I risultati. Secondo gli autori del lavoro i risultati mostrano "una strettissima correlazione tra attività fisica e lunghezza dei telomeri". La differenza media di lunghezza tra i più attivi (3,5 ore di sport a settimana) e i pigri (16 minuti) è risultata pari a 200 nucleotidi (le singole basi del Dna), che in termini di anni, significa dieci anni di meno per gli individui più dinamici. Questo perché lo sport rallenta l'effetto di accorciamento dei cromosomi e contrasta lo stress ossidativo che "brucia" il corpo con il passare del tempo. "I nostri risultati dimostrano che gli individui che praticano attività fisica sono biologicamente più giovani delle persone sedentarie", hanno concluso gli studiosi. I pigri sono avvisati.






Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *