Cerca nel blog

mercoledì 30 gennaio 2008

CONTROLLI SUI COSTI ACCESSORI DEI VERBALI

Dipartimento Nazionale

" TUTELA DEL CONSUMATORE" 

COMUNICATO STAMPA

Basta con il business delle multe a raffica. Per l'automobilista multato fino a 50,00 €uro di oneri accessorie per un verbale notificato. Il componente del Dipartimento Nazionale "Tutela del Consumatore", Giovanni D'AGATA chiede l'intervento della Corte dei Conti.




    Lo "Sportello dei Diritti" della Provincia di Lecce nel quale da anni è nato un Comitato spontaneo degli "Automobilisti Illegittimamente Multati", nella sua costante attività tesa a riequilibrare il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini-utenti della strada, ha verificato a seguito delle numerose segnalazioni giunte, che c'è stato un aumento vertigionoso dei costi accessori relativi alla notifica dei verbali al Codice della Strada, coinciso con la tristemente nota prassi della multe a raffica con l'ausilio di società appaltatrici.

    Un vero e proprio business se si pensa che tra spese di notifica, di spedizione, visure, stampa ed altri oneri per un verbale di 70,00 €uro si arrivano a richiedere fino ad ulteriori 30,00 €uro, e tutte a carico degli utenti della strada, in virtù delle prescrizioni di legge.

    Spese accessorie di difficile interpretazione, anche perché nella gran parte dei casi non vengono riportate analiticamente tutte le voci, destando non pochi sospetti tra i cittadini multati.

    Ciò che emerge con lampante evidenza dall'analisi avviata dallo "Sportello dei Diritti" è che la spesa varia da Comando a Comando di Polizia Municipale e se i famigerati strumenti di rilevazione elettronici siano usati dalle Polizie Municipali direttamente o affidati in gestione a società appaltatrici, od ancora se la postalizzazione venga affidata a società terze.

    A tali prassi, a dir poco illegittime, ma senz'altro poco trasparenti dev'essere data immediata chiarezza anche perché a livello nazionale la normativa appare carente in virtù dell'assenza di direttive univoche che stabiliscano, quantomeno, un tetto massimo per gli oneri accessori.

    Per questi motivi, il componente del Dipartimento Nazionale "Tutela del Consumatore", Giovanni D'AGATA chiede l'intervento della Corte dei Conti, affinché ci sia un maggiore controllo e una verifica della correttezza e della trasparenza dell'agire amministrativo degli Enti Locali anche nella fase di notifica delle sanzioni amministrative.

      Lecce, 30 gennaio 2008     
 Il Componente del                                        Dipartimento Tematico Nazionale
"Tutela del Consumatore"

Giovanni D'Agata
 
 
 

Sede Provinciale "Itala dei Valori" di Lecce - via P. Bax n. 8 - 73100  LECCE

Tel. 388/9411240 - e mail: dagatagiovanni@virgilio.it


Nessun commento:

Posta un commento

Follow by Email

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *