Cerca nel sito

mercoledì 22 marzo 2017

Disabilità e Diritti Civili. Tarquinia approva il piano barriere architettoniche da 1 mln di euro. As Coscioni: "Traguardo Storico"


TARQUINIA APPROVA IL PIANO ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE
AS.COSCIONI: "VITTORIA, UN RISULTATO STORICO"
Sarà compito della prossima amministrazione predisporre la cifra di 1 milione di euro da utilizzare nell'eliminazione delle barriere

Roma, 22 marzo 2017Il Comune di Tarquinia ha raggiunto un grande traguardo. Il P.E.B.A - Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche - è stato approvato dalla Giunta comunale.

"Un risultato storico – dichiara Marco Gentili, Co-Presidente dell'Associazione Luca Coscioni e Consigliere comunale a Tarquinia - che fa della città una delle poche realtà italiane ad essersi dotata di un Piano in fase di realizzazione, nel rispetto della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità del 2006".


"Va reso il doveroso merito all'attuale Giunta comunale che, anche se con più di 30 anni di ritardo, ha dato attuazione alla Legge n. 41 del 1986 con la quale l'Italia si impegnava a introdurre i PEBA entro un anno, pena un "commissariamento" da parte delle Regioni. Come sempre la speranza (soprattutto in politica) è l'ultima a morire, e possiamo finalmente alzare le braccia per tagliare un traguardo tanto atteso e festeggiare un risultato che ha visto l'Associazione Luca Coscioni, nelle vesti del componente di Giunta Vittorio Ceradini e del Vice Segretario Gustavo Fraticelli, e me nel binomio tra Co-Presidente dell'Associazione e Consigliere comunale impegnarci con tenacia per cinque anni", prosegue Gentili.

Saranno ingenti le somme da destinare agli interventi atti all'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici di proprietà del Comune e negli spazi urbani. Sarà compito della prossima amministrazione, nei 5 anni di tempo della legislatura, impegnare risorse proprie e richiedere finanziamenti regionali ai sensi della Legge Regionale n. 74 del 1989 per predisporre la cifra di € 1.078.000,00 prevista dalla delibera approvata, da utilizzare nell'eliminazione delle barriere che attualmente ostacolano la normale fruibilità dei luoghi comunali e degli spazi pubblici non solo ai cittadini disabili, ma a tutti coloro che fanno esperienza di barriere architettoniche incontrando impedimenti sul loro cammino quando hanno una disabilità temporanea o, ad esempio, spingono un passeggino.

"Il Comune tarquiniese si è assunto la responsabilità di plasmare una città a misura d'uomo. Stesso compito spetta agli enti regionali, statali, privati ed ecclesiastici che godono sul territorio di svariate proprietà tutte da rendere accessibili", prosegue Gentili.

Sulla base delle stime compiute dell'Arch. Modanesi, l'ammontare complessivo di spesa per gli enti citati è pari a € 155.000,00. "È fondamentale attuare una sinergia tra tutti gli enti, affinché il P.E.B.A. diventi uno strumento guida per l'eliminazione degli ostacoli architettonici che sia completo, efficace e duraturo nel tempo. Sarà impegno del Comune inserire nelle progettazioni di opere future tutti gli interventi, in modo da non creare mai più nuove barriere architettoniche. Tanta strada c'è ancora da compiere: il Piano è da estendere a tutto il territorio provinciale e nazionale, e soprattutto occorre vigilare affinché lo stesso non rimanga solo sulla carta, ma diventi una realtà concreta fatta di interventi e solide realtà. Il P.E.B.A. deve diventare un volano per cambiare anche la mentalità collettiva in tema di disabilità e accessibilità", conclude il Co-Presidente di Associazione Luca Coscioni.

Si può consultare il P.E.B.A approvato dal Comune di Tarquinia al seguente link: 
http://trasparenza.comune.tarquinia.vt.it/archivio28_provvedimenti_0_299487_725_1.html


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI