Cerca nel blog

venerdì 24 marzo 2017

vente-privee investe 80 milioni di euro nel progetto Station F


vente-privee preme l'acceleratore su R&D e open innovation: il Gruppo progetta un investimento di 80 milioni di euro nel 2017

Creata nel 2001 da Jacques-Antoine Granjon e soci, vente-privee è frutto di una scelta di innovazione permanente, che ne ha scandito l'evoluzione fino dal suo esordio. 

Una strategia alla quale oggi vente-privee dà nuovo impulso grazie  alla partnership con Station F che prevedrà  un investimento di 80 milioni di euro, con lo scopo di continuare a sviluppare l'open innovation e potenziare la sua R&D in-house.

La partnership con Station F, il più grande campus di start-up del mondo, è in sintonia con i valori imprenditoriali del sito: vente-privee è un'avventura creata da imprenditori che continua ad alimentarsi dinamicamente.

L'ambizione di questo nuovo campus vente-privee è, infatti, quella di accompagnare le start-up capaci di immaginare soluzioni e servizi che puntino ad arricchire l'esperienza online degli acquirenti nel settore del fashion retail, o innovazioni tecniche e servizi mirati alla digitalizzazione e trasformazione dell'esperienza di shopping in negozio all'interno del settore moda. 

vente-privee mira a proporre a queste start-up delle reali prospettive di business.

Inoltre, per immaginare soluzioni innovative alle problematiche aziendali grazie alle capacità disruptive degli studenti, vente-privee ha deciso di collaborare con due scuole di riferimento nel settore high-tech, la scuola 42 ed Epitech, aprendo due laboratori dedicati all'innovazione. 

I team di vente-privee hanno selezionato una quarantina di studenti qualificati e motivati che lavoreranno su progetti R&D all'interno di due spazi di lavoro esclusivi, pensati per stimolare la creatività. 

La missione degli studenti consiste nell'infondere nuova linfa a favore dell'innovazione presso vente-privee creando dei "POC", Proof of concept.

Giornalmente 4,5 milioni di visitatori unici accedono al sito di vente-privee, dove ogni 60 secondi vengono realizzate più di 1.300 transazioni. vente-privee significa anche 180.000 pacchi spediti ogni giorno, 120 milioni di prodotti venduti nel 2015, oltre 1,5 milioni di foto scattate ogni anno. 

Per continuare a proporre alle marche partner e ai propri soci un numero sempre maggiore di servizi inediti e sorprendenti, nel 2017 vente-privee recluterà oltre 250 talenti IT, in particolare sviluppatori.


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email