Cerca nel sito

martedì 21 marzo 2017

A Firenze apre “La Cucina di Pescepane”, lo streetfood di mare trova casa in Sant’Ambrogio

Apre il ristorante "La Cucina di Pescepane", lo streetfood di mare trova casa in Sant'Ambrogio

Dagli ideatori dell'apecar vintage - primo street seafood itinerante di Firenze, che ha conquistato piazze, feste private e festival, una cucina ispirata al cibo di mare da strada e ai sapori decisi: in via Carducci 15 r, a due passi dalla piazza della movida fiorentina, fritto misto imperiale, pappa al baccalà e sorbetti d'autore. 

Tutto anche da asporto. 

Tra arredi vintage, pareti verde mare e
nasse da pesca come lampadari

Firenze, 21 marzo 2017 – Il foodtruck mette radici: a due passi da piazza Sant'Ambrogio, cuore della movida fiorentina, apre domani, mercoledì 22 marzo 2017, il ristorante "La Cucina di Pescepane"

Lo streetfood di mare trova casa in via Carducci 15 r, mantenendo intatto lo spirito che ha conquistato piazze, festival e feste private con l'apecar vintage, primo street seafood itinerante di Firenze. Sapori e profumi decisi, in cui il pane e il pesce, come dice il nome stesso del locale, fanno da filo conduttore del menu. 

Che si compila in autonomia al tavolo, segnando quantità e ordine delle portate, e si consegna al personale di sala, a conferma di uno stile easy anche al ristorante.

La proposta culinaria è concentrata in una selezione limitata di piatti e variabile a seconda delle stagioni: il "pescepane" da cui deriva l'insegna, ovvero il panino fritto con le acciughe e la mozzarella, si ritrova tra gli antipasti in versione crostino, mentre tra i piatti più rappresentativi emergono il fritto misto imperiale con gamberi argentini, anelli, ciuffi, latterini e mazzancolle con crudité di verdure, acciughe e sarde con panatura di mandorla e finocchio e panzanella di mare croccante con cozze, vongole e gamberetti. 

Il pane, infatti, fa da filo conduttore nei piatti, magari sotto forma di panature originali, in continuo dialogo con l'altra metà dell'insegna: il pesce. Niente spaghetti allo scoglio, invece, o alcun tipo di pasta ma piuttosto zuppe, creme e minestre di mare

Ogni giorno la lavagna ospiterà un paio di proposte diverse, a seconda della disponibilità degli ingredienti e della fantasia in cucina. Chiude il menu una serie di sorbetti creati ad hoc da Carapina per Pescepane.

Da bere si può scegliere tra vino bianco della casa al bicchiere o una breve lista di etichette italiane (una bollicina, un bianco, un rosé, un rosso). In alternativa birra artigianale o Menabrea o bibite gassate (ma sempre in vetro).

Le materie prime arrivano direttamente dal vicino Mercato di Sant'Ambrogio, tranne il pesce, che viene acquistato da fornitori certificati e ormai di fiducia. Tutto è ordinabile anche da asporto, per chi volesse godersi il pranzo o la cena all'aria aperta, anche se a breve è previsto un dehors sulla strada per godersi il clima primaverile.

La Cucina di Pescepane sarà aperta da domani a pranzo e a cena (orario 12-15 e 19-23), tutti i giorni tranne il lunedì.

I locali sono stati completamente ristrutturati, il motivo della spina di pesce abbraccia tutti gli spazi, su pareti e arredi – in stile vintage da vecchio porticciolo – domina il verde acqua

Alcuni complementi d'arredo sono stati ricavati da casse di vino riadattate, altri da elementi prettamente marinari, come le nasse da pesca, trasformate in lampadari, o le corde al posto delle tende. I piatti arrivano in cocottine di metallo bianco e blu in pieno stile barca.

Al timone della sala da 28 posti Tommaso Giovannini e Gianni Pierattoni, già soci nell'impresa del foodtruck, mentre il terzo socio fondatore, Nicola Pasqua, rimarrà a coordinare la parte relativa allo streetfood con le 2 Apecar. A loro si sono aggiunti in questa avventura altri due amici: Simone Landi e Matteo Rodà.

Dal 15 aprile al 15 ottobre, infatti, l'apecar vintage verde mare di Pescepane tornerà sul Lungarno del Tempio insieme ai truck de La Toraia, con gli hamburger di vera Chianina, e i gelati d'autore di Carapina. 

E sono sempre di più le richieste per la partecipazione a feste private, matrimoni, battesimi, eventi aziendali e compleanni per la fornitura di un catering su 3 ruote.


Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI