Cerca nel sito

giovedì 16 marzo 2017

Call center a pagamento per il servizio clienti, MDC lancia campagna contro il caro assistenza e gli ostacoli ai diritti dei consumatori


Roma, 16 marzo 2017 - Il Movimento Difesa del Cittadino lancia una campagna contro le aziende che ricorrono ai costosi call center a pagamento per l'assistenza telefonica post-vendita. 

"Purtroppo tale pratica, nonostante sia stata dichiarata illegittima anche dalla Corte di Giustizia dell'Unione Europea, è ancora molto diffusa nel mercato – dichiara l'Avv. Francesco Luongo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino – Abbiamo riscontrato il ricorso ai numeri a sovrapprezzo da parte di società di telefonia, trasporti, servizi Pay TV, vendita di elettrodomestici e così via. Dopo aver segnalato i casi Whirlpool ed Indesit all'Antitrust, che ha prontamente avviato un'istruttoria per pratica commerciale scorretta, stiamo predisponendo per l'Autorità altre segnalazioni".

Il Presidente di MDC ribadisce che "l'utilizzo di un numero telefonico a sovrapprezzo per i servizi di assistenza post-vendita equivale a far pagare al consumatore due volte servizio che, secondo il Codice del Consumo, è compreso nel prezzo già pagato dal cliente". 

Il Codice stabilisce infatti che, qualora il professionista utilizzi una linea telefonica allo scopo di essere contattato dal consumatore in merito al contratto concluso, il consumatore non è tenuto a pagare più della tariffa base. 

L'obbligo di utilizzo della numerazione a pagamento per eventuali reclami o richieste di chiarimento può rappresentare, inoltre, un ostacolo oneroso e sproporzionato imposto al consumatore che intenda esercitare i propri diritti.

"I costi, già alti in partenza, dei call center a sovrapprezzo, sono poi suscettibili di ulteriore – e non prevedibile - incremento a causa di lunghe attese al telefono o di reiterate interruzioni della comunicazione, come ha chiarito proprio l'Antitrust nella comunicazione di un'altra istruttoria avviata lo scorso dicembre. Ci batteremo – conclude l'Avv. Luongo - per mettere fine a questa diffusa "abitudine" utilizzata dalle aziende per fare guadagni extra e dissuadere il consumatore dal far valere i propri diritti".  





--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI