CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime notizie

Cerca nel blog

martedì 7 marzo 2017

Unità Climaveneta installate nel nuovo Teatro di Rabat, progettato da Zaha Hadid

Sta sorgendo in Marocco un nuovo edificio futuristico e innovativo.
Gran Theathre de Rabat. Render courtesy of Zaha Hadid Architects

Mitsubishi Electric Hydronics and IT Cooling Systems, con il suo brand Climaveneta, ha fornito le unità per la climatizzazione al Gran Teatro di Rabat, in Marocco, attualmente in costruzione. 

L’edificio futuristico è stato disegnato dall’architetto Zaha Hadid e la sua forma richiama quella del vicino fiume Bouregreg. Il progetto, parte del programma nazionale di sviluppo culturale, comprende un teatro da 1800 posti, un anfiteatro all’aperto con una capacità di 7000 persone, uno spazio sperimentale/ area prove, ed un ristorante con 350 coperti.

Per combinare comfort interno ed efficienza energetica, l’impianto di climatizzazione dell’edificio è stato progettato a partire da unità ad elevata efficienza Climaveneta: 2 pompe di calore polivalenti NECS-Q/B 3218 e un refrigeratore di liquido condensato ad aria NECS/B 3218

L’impianto così pensato è in grado di assicurare temperatura e livelli di umidità ideali durante tutto l’anno, producendo quando richiesto caldo e freddo anche simultaneamente, grazie alle pompe di calore polivalenti installate. L’impianto ha una potenza frigorifera totale di 25000 kW, in grado di soddisfare il clima migliore nel Teatro, anche nelle calde serate estive Marocchine.



Segui Climaveneta:
www.climaveneta.com
youtube.com/user/climavenetaweb, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetahvac/

Media Relations
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.