Cerca nel sito

giovedì 26 gennaio 2017

COIMA SGR investe in un portafoglio di 50 milioni di euro di High Street Retail di Feltrinelli

Cinque unità immobiliari per una superficie di oltre 6 mila mq, a Milano, Firenze, Roma, Pisa e Modena locate alle Librerie Feltrinelli
  

Milano, 26 gennaio 2017 COIMA SGR – società indipendente leader nella gestione patrimoniale di fondi di investimento immobiliare per conto di investitori istituzionali italiani e internazionali – ha rilevato dal Gruppo Feltrinelli per conto del Fondo Core I, un  prime high-street retail portfolio composto da 5 unità immobiliari localizzate nelle principali locations dello shopping delle città di Milano, Firenze, Roma, Pisa e Modena, per un valore complessivo di circa 50 milioni e una superficie di 6.000 mq.

In particolare, l'immobile di Milano è situato in Corso Buenos Aires, primaria mass retail destination della città, e l'immobile di Firenze è situato in Piazza della Repubblica, nel cuore del centro storico del capoluogo Toscano.  Gli immobili sono locati alle Librerie Feltrinelli, con contratti di durata pluriennale.

Il Fondo Core I – partecipato da primari investitori previdenziali italiani tra cui la Fondazione Enasarco e altri investitori istituzionali domestici – è un veicolo dedicato ad investimenti a reddito prime con un orizzonte di lungo periodo e un rendimento obiettivo superiore al 6%.

ll portafoglio del Fondo ha un valore complessivo a regime di oltre 300 milioni di euro e comprende trophy asset quali Palazzo Aporti a Milano – sede di State Street e Walt Disney – e Palazzo Siri in via del Corso a Roma.

Questa operazione fa seguito all'accordo con il Gruppo Feltrinelli, che ha selezionato COIMA SGR quale partner immobiliare per la realizzazione e la gestione del nuovo insediamento immobiliare di viale Pasubio, dove trovano ospitalità la sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e gli uffici di Microsoft Italia, con la costituzione di un fondo immobiliare dedicato, Feltrinelli Porta Volta.

Manfredi Catella, Fondatore e Amministratore Delegato di COIMA SGR ha commentato: "Siamo orgogliosi di questa operazione, che consolida il rapporto fiduciario con la famiglia Feltrinelli confermando un processo virtuoso di valorizzazione in collaborazione tra imprenditori ed investitori istituzionali italiani."

"Siamo molto soddisfatti di questa operazione – commenta Roberto Rivellino, Amministratore Delegato di Gruppo Feltrinelli – che si aggiunge a quella del 2015 legata al Fondo Feltrinelli PortaVolta e che identifica in COIMA SGR il partner ideale per sviluppare un presidio concreto e competente sulle nostre attività immobiliari. Questo ci consente di lavorare al meglio sul nostro piano strategico e di concentrarci sulle nostre attività principali nel campo editoriale e retail."

Gianroberto Costa, Presidente della Fondazione Enasarco ha commentato: "Siamo più che soddisfatti di questa operazione. Mai come in questo caso si ritrovano insieme più motivi di interesse e di vantaggio: per la Fondazione Enasarco, per il Paese, per una grande impresa culturale italiana. Iniziative come questa costituiscono quel mix di benefici in cui le esigenze di redditività per chi investe si coniugano con quelle dell'interesse nazionale in un sistema razionale a somma positiva per tutti."

Nel corso degli ultimi 12 mesi, COIMA ha realizzato una crescita significativa con una raccolta di circa di un miliardo di Euro da investitori istituzionali italiani e internazionali (che sono oggi oltre 100, di cui più del 60% internazionali, con quattro primari Fondi Sovrani); ha completato acquisizioni per circa 1,1 miliardi di Euro; ha perfezionato finanziamenti per circa 2 miliardi, e ha incrementato del 25% il numero dei propri professionisti, passando da 115 a 150.

Nell'operazione, gli aspetti contrattuali sono stati seguiti dallo Studio legale Grimaldi per COIMA SGR e da DLA Piper per il Gruppo Feltrinelli, mentre Banca UBI è stata la banca finanziatrice.


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI