Cerca nel sito

martedì 24 gennaio 2017

Dal design dell’interazione al design della relazione





 
 
 
Il cambiamento tecnologico che sta avendo un impatto enorme - forse il vero driver della trasformazione della società e dell’economia - rende particolarmente protagonista il design da un lato e la psicologia da un altro lato.
Una delle caratteristiche di noi come specie homo sapiens non è soltanto quella di inventare e utilizzare artefatti fisici, questo lo fanno già alcuni animali e molti primati, ma è quella di riconoscere e di sviluppare artefatti cognitivi.
Abbiamo la possibilità di mettere ciò che abbiamo in memoria, i nostri desideri, le nostre conoscenze in artefatti esterni.
 
 
 
Oggi però abbiamo internet e una serie di tecnologie che potenziano in modo incredibile questa capacità di sviluppare artefatti cognitivi e noi siamo influenzati e influenziamo questi artefatti, c’è un’influenza reciproca.
All’interno di questo contesto sta emergendo la possibilità, con la crescita dell’intelligenza artificiale col fatto che le tecnologie da passive stanno diventando sempre più reattive, e progressivamente diventeranno sempre più pro-attive, di passare da un design dell’interazione a un design della relazione.
Se vogliamo vedere uno scenario, culturale e sociale, in prospettiva, di come una tecnologia influenzerà la nostra cultura, la nostra mente, è probabile che negli anni a venire riemergerà una specie di cultura che io chiamo neo-animista, cioè emotivamente, in modo irrazionale, avremo sempre più intorno a noi degli oggetti che avranno un’anima, avranno un’intelligenza e parte della nostra identità, della nostra intelligenza sarà diffusa.
Questo renderà molti ambiti molto complessi, dovremo avere una maggior capacità di capire questa complessità e di saperla gestire; le potenzialità sono enormi.
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI