Cerca nel sito

lunedì 23 gennaio 2017

Commvault semplifica la gestione dati nel cloud con il lancio di reference architecture validate per AWS Cloud

Il nuovo modello di cloud data protection pre-ottimizzato riduce i costi, migliora l'agilità e velocizza l'implementazione del software Commvault su AWS Cloud

Milano, 23 gennaio 2017  Commvault (NASDAQ: CVLT),leader nei settori enterprise backup, ripristino, archiviazione e cloud, lancia nuove reference architecture per Amazon Web Services (AWS) volte a semplificare la protezione e la gestione dei dati con una soluzione validata, pre-ottimizzata e semplice da adottare. 
Disponibile da Commvault direttamente o su AWS Marketplace, queste architetture offrono alle imprese indicazioni precise sul modo in cui la Commvault Data Platform può aiutarle a ottimizzare l'uso di AWS Cloud per backup, archivio e ripristino. Commvault annuncia inoltre che i clienti esistenti potranno applicare le loro licenze ad applicazioni abilitate tramite AWS Marketplace. 
Inoltre, i clienti potranno indirizzare facilmente il data storage su specifici servizi AWS – come Amazon Simple Storage Service (Amazon S3), Amazon S3 Standard – Infrequent Access (Amazon S3-IA) e Amazon Glacier.
Le architetture di riferimento validate Commvault per AWS semplificano ulteriormente la protezione di dati su infrastrutture ibride, oltre a ridurre i costi, migliorare l'agilità e velocizzare l'implementazione del software Commvault con AWS Cloud per attività di backup, archivio e ripristino.
"AWS e Commvault condividono l'impegno volto ad aiutare le imprese a integrare il cloud nelle loro strategie di data protection", afferma Terry Wise, Vice President Worldwide Partner Ecosystem, Amazon Web Services Inc. "Il lancio di queste architetture validate semplifica ulteriormente l'utilizzo di Commvault Data Platform con AWS Cloud per i clienti condivisi, aiutandoli ad accelerare l'implementazione di progetti di protezione dei dati che riducono le spese operative e di capitale, pur fornendo un accesso sicuro, affidabile e veloce ai dati di business".
Dow Jones, sussidiaria di News Corp e fornitore di notizie e informazioni di business, è stata uno dei primi clienti Commvault a partecipare al workshop e revisionare la guida alle reference architecture.
"Dato il successo riscosso con questo modello di cloud data protection, prevedo che altri clienti ne trarranno vantaggio per migliorare gli SLA di ripristino, ridurre i costi di infrastruttura ed eliminare la gestione dei nastri", commenta Shaown Nandi, VP e Head of Infrastructure and Cloud, Dow Jones. "A oggi abbiamo spostato oltre il 50% della nostra infrastruttura nel cloud e con la soluzione Commvault disponiamo della necessaria flessibilità per gestire i dati on-premise, nel cloud o ovunque debba essere".
"Nessun'altra impresa di protezione dati fa di più per permettere ai clienti di ridurre i costi e migliorare l'agilità in AWS Cloud", aggiunge Sabrinath Rao, GM Cloud Business Unit in Commvault. "A mano a mano che le imprese adottano cloud e infrastrutture ibride, numeri crescenti di applicazioni richiedono tempi di ripristino sempre più brevi. Commvault offre una piattaforma unificata che semplifica la gestione dei dati ovunque siano – on premise, mobili o in AWS Cloud – riducendo costi e rischi".
Semplificare la gestione dei dati AWS grazie alla piattaforma dati di Commvault
In qualità di AWS Advanced Technology Partner con lo status di AWS Storage Competency, Commvault è leader nell'aiutare le imprese a risolvere le sfide associate alla gestione dei dati nella transizione verso infrastrutture cloud ibride e private, e oggi viene utilizzata per gestire oltre 30 petabyte di dati su AWS Cloud.
Dal backup e il ripristino quotidiani all'archivio di lungo termine, la piattaforma singola e unificata di Commvault semplifica la protezione dei dati, fornendo avanzate funzionalità tra cui: 
• indicizzazione e catalogazione delle capacità che semplificano search e retrieval e velocizzano il ripristino
• spostamento dei dati automatico policy-based tra infrastruttura on premise e AWS, facilitando lo storage su Amazon S3, Amazon S3-IA o Amazon Glacier o lo spostamento di workload direttamente su istanze Amazon EC2
• supporto di importazioni petabyte-scale che sfruttano AWS Snowball e favoriscono gli acquisti
Commvault abilita le imprese ad applicare le stesse policy di ripristino e conservazione dei dati in AWS e a quelli archiviati su dischi locali o altri device. Estendendo le funzionalità di sicurezza, cifratura e deduplica di Commvault a AWS, le imprese possono ridurre i costi ed eliminare la necessità di realizzare script complessi, offrendo al tempo stesso una soluzione end-to-end per possano utilizzare per gestire tutti i loro dati ovunque e in qualunque formato.

Commvault
Commvault è il leader nella fornitura di soluzioni di data protection e information management, e aiuta le aziende di tutto il mondo a rendere attivi i loro dati per trarne maggior valore e trasformare i moderni ambienti dati. 
Con soluzioni e servizi forniti direttamente e attraverso una rete globale di partner e service provider, le soluzioni di Commvault rappresentano uno dei più importanti portfolio di prodotti sul mercato della protezione, recupero, virtualizzazione e archiviazione dei dati, del Cloud e della sincronizzazione e condivisione dei file. 
Commvault è riconosciuta da clienti e analisti come un partner tecnologico esperto e fidato, in virtù della sua visione tecnologica, innovazione ed esecuzione dei progetti.
L'intera attenzione di Commvault verso il data management ha portato operatori di tutti i settori e dimensioni ad adottare le soluzioni dell'azienda, con installazioni on-premise, su piattaforma mobile, da e verso il Cloud e fornire in modalità as-a-Service. 
Commvault ha più di 2.000 dipendenti in tutto il mondo, è quotata al NASDAQ (CVLT) e ha sede a Tinton Falls, Stati Uniti. 
Ulteriori informazioni sono disponibili su www.commvault.com


--

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI