Cerca nel sito

mercoledì 25 gennaio 2017

Telecamere, rischio multe se installate da professionisti improvvisati

Installazione di telecamere a rischio pesanti sanzioni se non curata da esperti qualificati. TÜV Italia certifica adesso i consulenti della privacy del settore della videosorveglianza. Bernardi: "rischio multe troppo elevato per affidare la progettazione e l'installazione di sistemi di videosorveglianza a professionisti improvvisati". In partenza a Bologna i corsi propedeutici per la certificazione con l'ente bavarese

Bologna, 25 gennaio 2017 - Secondo uno studio di Gartner, sono circa 464 milioni le telecamere installate nel mondo, e sfioreranno il miliardo entro il 2018, e per questo il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali entrato in vigore il 24 maggio 2016 avrà degli impatti notevoli anche nel settore della videosorveglianza. 

 

Evitare le pesanti sanzioni previste dalla nuova normativa in materia di privacy, che potranno arrivare fino a 20 milioni di euro o fino al 4% del fatturato annuo dei trasgressori, dipenderà quindi in buona parte dalle mani a cui imprese pubbliche e private affidano la progettazione e l'installazione dei sistemi di videosorveglianza.

 

Poiché per poter garantire che le telecamere siano utilizzate in conformità al Regolamento UE 2016/679 servono competenze e conoscenze comprovate, è recentemente stata attivata dal TÜV Examination Institute la certificazione specialistica della figura di "Privacy Officer e Consulente della Privacy del settore della videosorveglianza", che l'ente bavarese rilascia sulla base del disciplinare di Federprivacy.

 

Dopo aver certificato già più di trecento professionisti che hanno dimostrato di possedere le competenze generali nella protezione dei dati, TÜV Italia ha infatti apportato un'estensione del proprio schema per il rilascio di certificazioni di secondo livello per coloro che si occupano di privacy in un comparto particolarmente critico, come spiega il presidente di Federprivacy, Nicola Bernardi:

 

"Il rischio di incorrere in pesantissime multe è troppo elevato per affidare la progettazione e l'installazione di sistemi di videosorveglianza a professionisti improvvisati, o che comunque non possiedono le conoscenze e le competenze necessarie per rispettare le prescrizioni del nuovo testo comunitario - afferma Bernardi - Per questo, la certificazione TÜV del consulente della privacy del settore della videosorveglianza rappresenta un contributo importante alle imprese per poter distinguere oggettivamente i professionisti realmente qualificati, e potersi così rivolgere solo a quelli che sono in grado di assicurare la conformità al nuovo Regolamento UE 2016/679" 

 

La prossima edizione del corso propedeutico per la certificazione di "Privacy Officer e Consulente della Privacy" del settore videosorveglianza è organizzata da Ethos Academy con il patrocinio di Federprivacy, e si svolgerà a Bologna presso la sede di TÜV Italia nei giorni 16 e 17 febbraio 2017.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI