Cerca nel sito

lunedì 16 gennaio 2017

Fino al 5 febbraio campagna COOPI per i bimbi malnutriti del Mali

SMS e chiamate solidali al 45528 fino al 5 febbraio 2017

#lasuasperanza siamo noi

per 7.000 bambini malnutriti del Mali

Campagna di COOPI – Cooperazione Internazionale per sostenere azioni urgenti di cura e prevenzione della malnutrizione infantile

Nel mondo ci sono ancora oggi bambini che rischiano di morire di fame. Succede in Mali, uno dei paesi più poveri e dimenticati dell'Africa, dove conflitti etnici e religiosi, crisi politiche e soprattutto frequenti siccità hanno ridotto l'accesso al cibo per oltre 2 milioni di persone.
I più colpiti sono i bambini: 1 su 6 soffre infatti di malnutrizione acuta, e dei 180.000 casi più gravi solamente il 17% è raggiunto da un programma di aiuto umanitario.

La malnutrizione acuta è una vera e propria patologia, che, se non viene debellata entro i primi 2 anni di vita, può provocare danni irreparabili allo sviluppo psico-fisico del bambino. Nei casi più gravi può portare alla morte, poiché l'indebolimento generale rende il bambino vulnerabile ad altre malattie alle quali non riesce a sopravvivere.

Per far fronte a questa emergenza due sono le parole chiave: tempestività nelle cure e prevenzione

Per questo, da alcuni anni la storica ong italiana COOPI – Cooperazione Internazionale, ha attivato un progetto nel distretto di Segou, che integrando attività di prevenzione, assistenza e cure negli ultimi 4 anni ha permesso di salvare oltre 18.000 bambini tra i 6 mesi e i 5 anni di vita.

Per sostenere il progetto, COOPI promuove anche quest'anno la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #lasuasperanza, alla quale è possibile contribuire fino al 5 febbraio 2017 tramite sms e chiamate al numero solidale 45528.

Siamo l'unica ong italiana che opera contro la malnutrizione materno-infantile nel distretto di Segou - afferma Massimo Salvadori, Area Manager di COOPI per il Mali, che segue il progetto dall'Italia e realizza frequenti missioni nel Paese - In questi anni abbiamo raggiunto importanti risultati, ma registriamo continuamente nuovi casi che hanno bisogno di noi. 
Siamo la loro unica speranza, non possiamo dire loro di no. 
Il momento più difficile delle mie missioni in Mali resta la visita al centro di Terapia Intensiva, dove sono ricoverati i bambini in fin di vita. Faccio questo lavoro da molti anni, ma la vista di piccoli così sofferenti e indifesi è sempre un "pugno alla stomaco". 

E' un progetto importante, che ha bisogno dell'aiuto di tutti.
Grazie ai fondi raccolti con la campagna, COOPI garantirà la presenza nei villaggi di 1.120 referenti locali, che sensibilizzeranno le famiglie sulle corrette pratiche nutrizionali e igienico-sanitarie, monitoreranno le condizioni di salute dei più piccoli e riporteranno tempestivamente i casi di malnutrizione a 31 Centri di Salute

Qui i bambini saranno sottoposti ad uno screening accurato per valutare la necessità di un intervento di riabilitazione o, nei casi più gravi, il trasferimento al Centro di Terapia Intensiva di Segou. 
Nell'ottica di una prevenzione a 360° COOPI si dedicherà alla formazione delle madri dei bambini ricoverati, per evitare future ricadute. In fase di dimissioni le madri riceveranno un kit igienico-sanitario comprendente sapone e prodotti per la depurazione dell'acqua.

Numero solidale: 45528
Periodo: fino al 5 febbraio 2017
Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da tutti i cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. Sarà di 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TWT e Convergenze e di 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI