Cerca nel blog

lunedì 16 gennaio 2017

GRUPPO GPI INVESTE NELL’INTERNET OF THINGS ATTRAVERSO LA START-UP INNOVATIVA “UPSENS”

L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DI PROCESSO AL SERVIZIO DELLA QUALITÀ DELL'AMBIENTE


Trento, 16 gennaio 2017 - GPI (GPI:IM), società quotata su AIM Italia partner tecnologico di riferimento nel mercato della Sanità e del Sociale, ha investito in UpSens, la start-up innovativa di Optoi Microelectronics (www.optoi.com) contribuendo alla campagna di equity crowdfunding realizzata su StarsUp (www.starsup.it), la piattaforma on-line autorizzata dalla Consob per la raccolta di capitale di rischio da parte di aziende innovative.

La campagna di equity crowdfunding di UpSens si è conclusa con successo lo scorso 21 dicembre. La raccolta ha portato risorse per 196.200€ - l'investimento del Gruppo GPI ammonta a 75.000€.

Fausto Manzana, Presidente e Amministratore Delegato Gruppo GPI: "Crediamo nell'innovazione come leva per lo sviluppo e per questo abbiamo deciso di sostenere il progetto UpSens. Perché l'innovazione non basta dirla, bisogna farla – e "farla" significa anche permettere a chi ha un buon progetto di disporre delle risorse finanziarie necessarie per realizzarlo."

Alfredo Maglione, Presidente di UpSens: "Vogliamo ringraziare tutti gli investitori che credono in UpSens e nel suo team, condividendone i valori e gli obiettivi. La raccolta permetterà di iniziare la fase di ingegnerizzazione e certificazione del prodotto. Nelle prossime settimane saremo al lavoro e lasceremo aperta la raccolta fondi con l'auspicio di disporre di ulteriori risorse per rafforzare la campagna di lancio commerciale di UpSens."

Ketty Paller Amministratore Delegato e co-fondatore di UpSens: "Coniugare l'innovazione tecnologica e di processo con la sostenibilità ambientale e sociale è possibile. Guardiamo all'Internet delle Cose con questo approccio, nella convinzione che la tecnologia intelligente possa essere messa al servizio delle persone aiutandole a vivere meglio. L'idea di fondo di UpSens è disporre di strumenti che misurino in modo accurato e puntuale la salubrità degli ambienti in cui viviamo con l'obiettivo di adottare tutte le misure necessarie per migliorarla. Il primo passo verso il benessere è avere consapevolezza oggettiva della qualità ambientale. La sensoristica UpSens favorisce la costruzione di questa consapevolezza e la traduce in azioni migliorative."

Al centro dell'attività di UpSens, la ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative e dispositivi all'avanguardia che contribuiscano a migliorare la qualità della vita delle persone. Nel mondo l'attenzione verso questi temi è sempre maggiore e ben presto si tradurrà nell'esigenza di conoscere e misurare concretamente gli indicatori ambientali che concorrono a migliorarla. UpSens è pronta a soddisfare questo bisogno.

Ad oggi sono già stati sviluppati 2 sensori (https://youtu.be/XqBx-3NWlMI):
•           Air per misurare la qualità dell'aria in-door
•           Wave per rilevare il livello di smog elettromagnetico (sempre in-door).

Si tratta di dispositivi portatili, stand-alone, semplici, modulari e di design.
La modularità è uno dei punti di forza più significativi di UpSens: i sensori che anno dopo anno saranno sviluppati e industrializzati potranno infatti essere semplicemente aggiunti alla base "universale". L'utente potrà perciò comporre il proprio set di sensori in base alle necessità.

In un prossimo futuro a Wave e Air si aggiungeranno altri sensori, fra i quali: Dust per misurare la qualità dell'aria out-door, Water per controllare la qualità dell'acqua, Fruit per conoscere le proprietà organolettiche del cibo.

UpSens è una vera e propria famiglia di sensori, in grado di fare rilevazioni sia puntuali che in continuo. 

Per i dispositivi UpSens sarà disponibile una App e un Portale Dedicato in cui gli utenti, previa registrazione, potranno condividere le proprie rilevazioni nell'UpSens-Community.

Le potenzialità di questa Community sono molto interessanti: le rilevazioni messe a disposizione dai singoli utenti consentiranno di mappare e controllare la qualità degli ambienti in cui trascorriamo gran parte della giornata (per esempio uffici, scuole e abitazioni).

GPI (GPI:IM), con sede a Trento, ricavi 2015 superiori a 98 milioni di euro e oltre 2.600 dipendenti, è il partner tecnologico di riferimento nel mercato della Sanità e del Sociale. Fondata nel 1988 da Fausto Manzana, è presente con numerose filiali su tutto il territorio nazionale e all'estero, in particolare Germania, Brasile e Medio Oriente. 

Grazie ad un'offerta tecnologica sempre più all'avanguardia nel campo dell'informatica socio-sanitaria e dei nuovi servizi hi-tech per la salute, è in grado di cogliere le esigenze di trasformazione e le spinte innovative dei suoi numerosi clienti del settore pubblico e privato. 

La forte crescita del Gruppo è stata trainata dai significativi investimenti nel Centro R&D che, in partnership con i principali istituti universitari e di ricerca trentini e italiani, ha l'obiettivo di diffondere le conoscenze scientifiche, tecnologiche, funzionali e di processo applicate ai settori e-health, e-welfare, well-being. 

L'offerta del Gruppo combina competenze specialistiche in ambito IT e capacità di consulenza e progettazione che consentono di operare in differenti aree di business: Sistemi Informativi, Servizi per la Sanità, Logistica e Robotizzazione, Servizi professionali ICT e Monetica. Negli ultimi 4 anni il Gruppo è cresciuto attraverso l'acquisizione di società con business contigui o complementari e lo sviluppo del business in Italia e all'estero. 

La quotazione in Borsa è finalizzata al rafforzamento della presenza sul territorio internazionale e nazionale. Le azioni ordinarie e i warrant di GPI dal 29 dicembre 2016 sono stati ammessi alle negoziazioni su AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale organizzato e gestito da Borsa Italiana.
ISIN azioni ordinarie: IT0005221517 - ISIN "Warrant GPI SpA": IT0005221475

Optoi (Optoelettronica Italia) con sede a Trento nata nel 1995 come primo spin-off della Fondazione Bruno Kessler è il partner tecnologico per lo sviluppo di sensori custom, progettati sviluppati e prodotti secondo le specifiche del cliente. I prodotti standard sono sia a livello di componente che di sistema. Gli ambiti di applicazione dei sensori Optoi sono: industriale, veicoli speciali, aerospaziale e biomedicale.


--

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email